Asse del Mare, nuovo spiraglio: si aprono i lavori per il ponte tra Rometta e Spadafora (Me)

ponte rometta spadaforaUn progetto ideato 14 anni fa che si avvia alla fase di concretizzazione solo oggi. Stiamo parlando del ponte di collegamento tra Rometta e Spadafora, due dei paesi entrati a far parte dell’“Asse del Mare”, denominazione dell’arteria concepita per collegare la fascia tirrenica, che va da Villafranca a Milazzo, già dal 1999. In quell’anno, infatti venne stipulato il “Patto Territoriale del Tirreno”, con l’intento di ovviare all’annoso problema generato dall’esistenza di una sola via di collegamento, la SS 113, con gli anni sempre meno adeguata a smaltire il traffico, specie nella stagione estiva. Rometta, si sa, come gli altri paesi che si affacciano sulla costa tirrenica, da sempre è meta turistica balneare. Oggi, nel 2013, l’Amministrazione Comunale di Rometta, di concerto con quella di Spadafora, vede finalmente iniziare i lavori di questo ponte di collegamento tanto desiderato dagli abitanti del comprensorio.

I due centri sono divisi dal torrente Boncoddo e il ponte che verrà realizzato dovrebbe fungere da collegamento stabile e da buona alternativa alla statale 113, nei periodi di maggiore flusso. La consegna parziale dei lavori è fissata per martedì 20 giugno, alle ore 10, all’associazione temporanea d’impresa Catifra, di Barcellona Pozzo di Gotto, che si è aggiudicata l’appalto. Il comune di Rometta, stazione appaltante, ha infatti completato l’iter burocratico relativo all’acquisizione delle aree di cantiere che rientrano nel proprio versante. Il sindaco di Rometta, Roberto Abbadessa, ha ricevuto dal sindaco di Spadafora, Giuseppe Pappalardo, la delega per le operazioni di esproprio anche sul versante spadaforese. Restano da concordare tra i due enti gli aspetti giuridici e amministrativi riguardanti la manutenzione ordinaria e straordinaria dell’opera, una volta che sarà realizzata. Il ponte di collegamento sarà ampio 13 metri, dotato di due corsie, e anche di marciapiedi e parcheggi. Una volta eseguito il tracciamento dei lavori, le ditte appaltatrici avranno circa un anno di tempo per completare l’infrastruttura.

Finalmente con quest’opera potremo avere un’alternativa alla statale, importantissima come via di fuga e come catalizzatore del traffico. E se si completa anche il passaggio tra Saponara e Rometta, che è stato inserito nei progetti di protezione civile, finanziati con l’ordinanza insieme a quelli destinati alla Frazione di S.Andrea, si va verso il completamento dell’Asse del mare”. Lo afferma l’assessore alla Pubblica Istruzione, alla Protezione Civile e all’Urbanistica di Rometta, Antonio Borghetti.

Soddisfazione è stata espressa anche da Valentino Sesta, assessore all’Ambiente e allo Sport, Turismo e Cultura di Rometta: “Si risolve un’impasse burocratica durata oltre dieci anni. Siamo orgogliosi di aver dato la spinta decisiva per la risoluzione della pratica, essendo quest’opera di primaria importanza per lo sviluppo della viabilità e della sicurezza di un paese come Rometta, che soffre maledettamente la mancanza di un lungomare”.