Ancora un record italiano per Giusy Versace al meeting internazionale di Hengelo

Giusy VersaceGiusy Versace abbatte un altro muro storico, quello dei 30″ sui 200. Ieri sera al meeting internazionale di Hengelo (Ned) la velocista calabrese, tesserata con la Fidal per l’Atletica Vigevano e con la Fispes per la società reggina Con Noi, ha corso i 200 metri in 29″74, nuovo record italiano sulla distanza per la categoria T43.

La Versace mette così la firma sul sesto primato italiano della stagione, dopo il freschissimo record sui 100 metri di 14″72 realizzato al Golden Gala giovedi sera e migliorato quest’anno per ben tre volte, quello sui 60 metri indoor (9″67) realizzato ai campionti italiani di Ancona e quello sui 200 metri, abbassato per ben due volte (prec. 30″41 Giusy Versace Grosseto 12 maggio 2013).

La gara è stata vinta dall’idolo di casa, l’olandese Marlou Van Rijin in 26″46, davanti all’inglese Laura Sugar (29″26) e all’altra olandese Iris Pruysen (29″70). Quarta la Versace che si è messa alle spalle l’inglese Sophie Kamlish 30″45.

Sono arrivata a Hengelo con il preciso obiettivo di correre sotto i 30″ - racconta Giusy Versace – perchè sapevo di poterlo valere. Quando però ho visto che ero in settima corsia qualche dubbio mi è venuto, ma allo sparo mi sono messa in moto bene e ho pensato solo a spingere. All’arrivo non immaginavo di essere andata così forte perchè sentivo le gambe un pò dure e pensavo di aver corso addirittura in 31″. Ma poi ho visto sullo schermo il tempo e sono scoppiata in un urlo di gioia. Mi sono tornate in mente le parole di un uomo che avevo conosciuto anni fa in Germania e che mi disse ‘If you believe, you can go everywhere’ (se ci credi veramente, puoi arrivare ovunque)“.