A Palermo è il giorno della parata gay pride

gay prideE’ il giorno della parata, dei carri e dei flash mob. Con molti politici in prima fila alla parata finale del gay pride nazionale oggi pomeriggio a Palermo. Gli organizzatori annunciano che ci saranno, tra gli altri, il presidente della Regione siciliana, Rosario Crocetta, il leader di Sel Nichi Vendola, il sindaco Leoluca Orlando, i parlamentari Scalfarotto, Lo Giudice, Zan, Marzano, Palazzotto. “La stagione dei diritti non puo’ attendere oltre”, afferma Vendola. Annunciata anche la presenza di Paolo Ferrero, segretario nazionale di Rifondazione comunista. E un messaggio e’ stato inviato dal segretario del Pd Guglielmo Epifani: “Questo Parlamento deve assumersi la responsabilita’ di scelte chiare e forti”. Nel quartetto di madrine della manifestazione figurano, Maria Grazia Cucinotta, Eva Riccobono, Vladimir Luxuria e Barbara Tabita. “Palermo -ha detto Titti De Simone, presidente del coordinamento del Pride- ha dimostrato in questi giorni di essere una capitale europea, una capitale dei diriti”. In programma il flash mob del “bacio libera tutti”. Mentre, a partire dalle 16, la parata sfilera’, tra carretti siciliani rivisitati e persino una Triumph Spitfire, dal Foro Umberto I fino ai Cantieri culturali della Zisa, che sono stati in questi dieci giorni il quartier generale del Pride, in un altro spazio della citta’, il parco Ninni Cassara’, si svolgera’ il ‘family day’, organizzato da un gruppo di associazioni cattoliche. Ma “non in una logica dello scontro”, ribadisce la Conferenza dei vescovi siciliani che avverte: “La giornata della famiglia non deve essere contro qualcuno. Basta fronti contrapposti”.