fbpx

Serie B, risultati e classifica: si decide tutto all’ultima giornata, playoff e playout a rischio

sassuolo_verona_28_mar_13_1Il Sassuolo non vuole saperne di festeggiare la promozione in serie A, spreca il terzo match point e rinvia ancora la festa, anche se il Livorno potrebbe rovinargliela e in teoria beffare la squadra di Di Francesco, costringendola a giocarsi la promozione passando dai play-off. L’ultima giornata della serie B in programma sabato prossimo, presenta sfide incrociate e decisive sia per la promozione che per la salvezza. A cominciare proprio da Sassuolo-Livorno e Verona-Empoli. La squadra del patron Squinzi guida ancora la classifica con 82 punti, seguita da Verona (81) e Livorno (80), poi l’Empoli (72). Dunque, in caso di vittoria sull’Empoli, il Verona si garantirebbe la serie A e negherebbe la disputa dei play-off, ma in caso di pareggio e vittoria del Livorno sul campo del Sassuolo, Verona e Livorno in A e Sassuolo ai play-off. Oggi, i modenesi non sono riuscito ad andare oltre un 2-2 (Berardi e Chibsah per i neroverdi, Vastola e Piccolo per i padroni di casa) sul campo del Lanciano, mentre il Verona con una doppietta di Cacia e una rete di Martinho ha espugnato il campo della Juve Stabia. Quarto incomodo l’Empoli, che soffre ma con una rete di Croce nella ripresa piega la resistenza del Cittadella e mantiene vivo il sogno play-off al quale sono aggrappate anche Novara (vincente 2-1 a Vercelli contro la Pro con reti di Lazzari e Libertazzi) e Varese. Situazione altrettanto incerta nella zona salvezza: se il campionato finisse oggi, i play-out non ci sarebbero. La rete nel finale del reggino Di Michele, infatti, permette alla Reggina di battere il Grosseto e lasciare ben 6 punti di differenza tra Vicenza (oggi vincente a Modena) ed Ascoli (pari interno con la Ternana con rigore fallito da Fossati sull’1-1) nei confronti di Virtus Lanciano e Cittadella. E non mancano neppure qui le “sfide thrilling” all’ultima giornata: il Vicenza che deve vincere e sperare affrontera’ la Reggina a cui basta un punto per la matematica, il Lanciano fara’ visita al lanciatissimo Novara, il Cittadella affronta in casa l’Ascoli che dovrebbe solo vincere e poi sperare in qualcosa dagli altri campi. Insomma, tutto lascia supporre che la classifica finale, per la zona bassa, possa rimanere questa e che i play-out si rimandino eventualmente all’anno prossimo. Per il resto, pareggio con gol tra Padova e Spezia, mentre vittoria casalinga del Bari sul Cesena, con tutte le squadre gia’ salve. Ze’ Eduardo ha portato in vantaggio i patavini, Di Gennaro su rigore ha pareggiato per i liguri. Il Cesena, da parte sua, era passato in vantaggio con Santiago Morero, prima del pari barese con Capuano e la rete della vittoria di Ceppitelli. E prima dell’atto finale della regular season in programma domenica prossima, la giornata si concludera’ lunedi’ con il posticipo che mettera’ di fronte Varese e Crotone: un match utile per i lombardi per consolidare la posizione degli eventuali play-off.

I risultati delle partite del 41° turno della serie B: Livorno-Brescia (giocata venerdi’) 3-0; Ascoli-Ternana 1-1; Bari-Cesena 2-1; Empoli-Cittadella 1-0; Juve-Stabia-Verona 0-3; Lanciano-Sassuolo 2-2; Modena-Vicenza 0-1; Padova-Spezia 1-1; Pro Vercelli-Novara 1-2; Reggina-Grosseto 1-0. Lunedi’ ore 20.45: Varese-Crotone.

La classifica del campionato di serie B: Sassuolo 82 punti; Verona 81; Livorno 80; Empoli 72; Novara 63; Brescia e Varese 59; Modena 54; Bari e Padova 53; Crotone 51; Ternana e Spezia 50; Cesena e Juve Stabia 49; Reggina 48; Lanciano e Cittadella 47; Vicenza e Ascoli 41; Pro Vercelli 32; Grosseto 25.