fbpx

Regione Calabria, Aurelio Chizzoniti su Villa Betania

images“La soluzione delle complesse problematiche che affliggono Villa Betania costituiscono la priorità per eccellenza nel panorama dell’emergenze sanitarie della città di Reggio Calabria”.
Esordisce così Aurelio Chizzoniti, Presidente della Commissione di Vigilanza e Controllo, al quale è stata segnalata la drammatica situazione in cui versa la predetta struttura da un gruppo di famiglie che riconoscono l’alta professionalità non solo tecnica di Villa Betania.
“Competente ed abile ma soprattutto motivata e scandita da intenso spirito di collaborazione e confronto con tutte le famiglie al fine di sostenere un progetto condiviso”. Così come sostengono le OO.SS. che seguono la complessa vicenda con encomiabile, intensa partecipazione.
Il Presidente Chizzoniti si è immediatamente attivato ad altissimo livello Istituzionale, nel cui contesto, è emersa la volontà politica di tutelare il Centro purtroppo gravato da una costante e certamente non oculata gestione. I cui effetti collaterali rischiano di travolgerlo unitamente al personale che vi opera, con conseguenti devastanti anche per le famiglie dei bambini ai quali, sottolinea Chizzoniti, nessuno può assumersi la responsabilità di non garantire la continuità terapeutica necessaria.
In quest’ottica, prosegue il Presidente della Commissione di Vigilanza, non va sottaciuto che la Regione, sul versante finanziario, ha tentato di affrontare il problema con una legge che prevedeva il ricorso al fondo sanitario, purtroppo poi, impugnata dal Governo Nazionale. Conseguentemente, si ripropone lo stesso problema la cui soluzione passa attraverso il recupero di risorse finanziarie coinvolgendo il Dipartimento delle Politiche Sociali della Regione Calabria. Al fine di estinguere il debito pregresso, rifinanziare l’accreditamento e programmare un razionale piano di sviluppo nel supremo interesse del delicatissima funzione umanitaria lodevolmente esercitata nei confronti dei meno fortunati.
Chizzoniti anticipa, altresì, di aver già disposto la convocazione dell’ufficio di Presidenza della Commissione di Vigilanza e Controllo per lunedì 20 andante alle ore 9,30 al fine di concordare le non più differibili iniziative tese a tutelare la struttura, i lavoratori ed i 200 bambini che la frequentano. Usufruendo della preziosa assistenza offerta con più figure sanitarie di apprezzato profilo professionale dal predetto Centro che assorbe un ampio bacino di utenza in forte disagio familiare.
La Commissione di Vigilanza, osserva conclusivamente Chizzoniti, sarà doverosamente e nel rispetto dei ruoli, al fianco delle OO.SS., dei lavoratori, delle famiglie e dei bambini.