fbpx

Reggio, emergenza rifiuti: pulizia straordinaria per salvaguardare la salute pubblica

rifiutiIn ragione dell’attuale stato di emergenza rifiuti in città, la Commissione straordinaria che guida il Comune di Reggio Calabria ha disposto una nuova e capillare campagna di aspersione di prodotti enzimatici quale misura di prevenzione per la salute pubblica.

Per l’operazione verrà utilizzato un attivatore biologico a composto batterico enzimatico da irrorare su tutte le aree attualmente ricoperte dai cumuli di rifiuti, tramite l’impiego giornaliero di squadre di operatori specializzati della Leonia a bordo di pick-up dotati di attrezzatura nebulizzatrice.

Il programma di intervento nel territorio cittadino interessato dalle giacenze dei rifiuti a terra ha avuto inizio oggi nella Circoscrizione di Pellaro, dalle 6.00 alle 12.00, e proseguirà sino al 18 maggio secondo il seguente calendario.

  • 09.05.2013  II^ CIRCOSCRIZION E (RAVAGNESE 06:00 – 12:00
  • 10.05.2013 XIV^ CIRCOSCRIZIONE (GALLINA) 06:00 – 12:00
  • 11.05.2013 V^ CIRCOSCRIZIONE (GEBBIONE – STADIO) 06:00 – 12:00
  • 11.05.2013 VI^ CIRCOSCRIZIONE (SBARRE) 13:00 – 19:00
  • 13.05.2013 XI I^ CIRCOSCRIZION E (CANNAVO’) 06:00 – 12:00
  • 13.05.20L3 VII^ CIRCOSCRIZIONE (MODENA) 13:00 – 19:00
  • 14.05.2013 XI^ CIRCOSCRIZIONE (ORTI’- PODARGONI – TERRETI) 06:00 – 12:00
  • 15.05.2013 IV^ CIRCOSCRIZIONE (R.CAMPI – TRABOCCHETTO) 06:00 – 12:00
  • 16.05.2013 III^ CIRCOSCRIZIONE (S.CATERINA) 06:00 – 12:00
  • 16.05.2013 X^ CIRCOSCRIZIONE (ARCHI) 1-3:00 – 19:00
  • 17.05.2013 IX^ CI RCOSCRIZIONE (GALLICO) 06:00 – 12:00
  • 18.05.2013 VII^ CIRCOSCRIZION E (CATONA) 06:00 – 12:00
  • 18.05.2013 II^ CICOSCRIZIONE TREMULINI 13:00 – 19:00

La campagna di aspersione di prodotti enzimatici prosegue nel segno della prevenzione dai rischi igienico-sanitari atteso il protrarsi delle giacenze di rifiuti sulle vie cittadine. Il coordinatore della Commissione straordinaria, prefetto Vincenzo Panico, comunque, prosegue nelle quotidiane interlocuzioni con le preposte autorità regionali, rappresentando puntualmente i disagi della crisi rifiuti nella città più popolosa della Calabria e chiedendo autorizzazioni a smaltire le quantità giacenti.