fbpx

Reggio, accordo sulla Multiservizi: esercizio provvisorio fino al 30 giugno 2013

logomultiserviziUna vittoria sindacale unitaria. Così è stato definito l’accordo raggiunto ieri sera nella sede della Prefettura di Reggio Calabria alla presenza dei Segretari Generali di Cgil, Cisl, Uil e Ugl, della Triade Commissariale del Comune e del Prefetto Vittorio Piscitelli.
All’uscita dall’incontro, durato circa tre ore, i rappresentanti delle OO.SS. hanno incontrato i dipendenti della Multiservizi che, dalla mattinata di ieri, erano al fianco dei Segretari (che si erano incatenati in Piazza Italia) per capire quale sarebbe stato il loro destino.
Un destino che si è fatto attendere e che è giunto a una conclusione: i lavoratori continueranno a proseguire nel loro impegno quotidiano di fornire servizi pubblici essenziali alla cittadinanza sino al 30 giugno 2013. Un esercizio provvisorio che non verrà ulteriormente prorogato ma che sarà affidato esclusivamente ai dipendenti della Società partecipata che, così, non rischiano di essere licenziati o di avere “un altro datore di lavoro”.
La vertenza Multiservizi, però, non si chiude qui. “La partita – hanno detto i Segretari Generali – continuerà attraverso l’istituzione di un tavolo di trattativa nazionale che si terrà in Consiglio dei Ministri, a Roma”.
Un incontro che dovrebbe – hanno aggiunto – avvenire a breve, in quanto il vice-ministro Bubbico si è impegnato personalmente a portare a termine questa procedura istituzionale e giungere ad una trattativa nazionale sul mantenimento e la garanzia di servizi pubblici essenziali in città”.
Verrà, quindi, affrontato a Roma il tema delle Società Partecipate del Comune reggino. Si tratta per i rappresentanti sindacali di un primo importante risultato lungo la strada verso l’affermazione dei servizi pubblici, così come condiviso da migliaia di reggini.
I leader sindacali hanno, infine, sottolineato che – a seguito della decisione assunta nel corso della riunione di ieri – la protesta dei dipendenti è sospesa.