fbpx

Palermo, in centomila al Foro Italico per il rito di beatificazione di Don Pino Puglisi

don_puglisiSono circa centomila i fedeli che si sono raccolti oggi sul prato del Foro Italico di Palermo per il rito di beatificazione di don Pino Puglisi. Provengono da ogni parte della Sicilia e dell’Italia. Tra loro ci sono sacerdoti, famiglie e tanti giovani. Don Puglisi, infatti, prima di essere ucciso dalla mafia il 15 settembre 1993, ha dedicato gran parte del suo ministero proprio ai giovani. Presente la gente di Godrano, dove il prete era attivo negli anni Settanta e anche il quartiere Brancaccio, dove don Puglisi ha lottato contro la mafia.  I partecipanti indossano magliette e cappellini colorati. La celebrazione è iniziata alle 10 e 30, con gli inni dello Stato pontificio e d’Italia, e’ presieduta dall’arcivescovo cardinale Paolo Romeo, mentre il rito della beatificazione e’ presieduto dal cardinale Salvatore De Giorgi, delegato da Papa Francesco.Il martirio di Padre Puglisi richiama l’educazione delle coscienze -ha ribadito il cardinale Romeo prima della messa- e la Chiesa deve essere in prima linea. La Chiesa e’ felice, deve esserlo tutta la comunita’“.

Alla celebrazione eucaristica prendono parte 40 Vescovi, 750 presbiteri e 70 diaconi, 250 i giornalisti accreditati. Tra le autorita’ annunciate Piero Grasso, presidente del Senato, il ministro dell’Interno Angelino Alfano, il ministro della Giustizia, Annamaria Cancellieri, Giampiero D’Alia, Ministro per la Pubblica amministrazione, Sergio Mattarella, giudice costituzionale, Alessandro Marangoni, capo della Polizia facente funzioni, Rosario Crocetta, presidente della Regione siciliana, Leoluca Orlando, sindaco di Palermo, e il sindaco di Godrano fra i tanti dei Comuni dell’arcidiocesi.