fbpx

‘Ndrangheta, operazione “Piana”: colpita la cosca Giampà di Lamezia, noti imprenditori in manette

diaDalle prime luci dell’alba, gli uomini della Direzione Investigativa Antimafia di Catanzaro sono impegnati in un’articolata operazione, denominata “PIANA”, contro l’agguerrita organizzazione mafiosa facente capo ai GIAMPA’, ritenuta egemone nel comprensorio di Nicastro.

Tale attività, scaturita a seguito di minuziose indagini esperite utilizzando i contributi resi da noti collaboratori di giustizia dissociatisi dall’organizzazione, ha permesso di fare piena luce sui torbidi interessi economici che legano certa imprenditoria, in questo caso attiva nel sempre lucroso comparto edile, alle consorterie mafiose. Trattasi di uno scellerato accordo nel quale il modus operandi proprio della ‘ndrangheta, intriso di coercizione e violenza, ha scardinato le più elementari manifestazioni di autodeterminazione degli individui, così da realizzare sulla collettività sottomessa un controllo totale ed asfissiante.

In tale ambito, risultano colpiti da provvedimento restrittivo in carcere, per associazione a delinquere di stampo mafioso (art. 416 bis), gli  imprenditori di seguito elencati, ritenuti organici alla potente famiglia di ‘ndrangheta:

  1. ORLANDO Davide, nato a Lamezia Terme (CZ) il 4.01.82;
  2. PIACENTE Roberto, nato a Lamezia Terme (CZ) il 6.10.70;
  3. CIANFLONE Francesco, nato a Serrastretta (CZ) il 5.05.55;
  4. GALLO Antonio, nato a Lamezia Terme (CZ) il 26.10.73.

Poiché gli stessi hanno messo a disposizione della cosca le aziende a loro riconducili, prevalentemente operanti nel settore del calcestruzzo, è stato disposto il sequestro di sei imprese, il cui valore ammonta a circa 25 milioni di Euro.

I dettagli dell’operazione saranno resi noti, nel corso di una conferenza stampa, alla quale prenderà parte il Procuratore Distrettuale di Catanzaro, Dott. Antonio Vincenzo LOMBARDO, presso la Biblioteca della Procura della Repubblica di Catanzaro, alle ore 12.00 di oggi.