fbpx

Messina: volevano vendicare pestaggio. Arrestati 4 cingalesi per sequestro di persona

  • Nalin Prasanna
    Nalin Prasanna
/
Nalin Prasanna

Nalin Prasanna

Quattro cittadini cingalesi sono stati arrestati ieri sera dalla Polizia di Messina in via Manzoni. I reati dei quali sono accusati sono sequestro di persona e aggressione. I quattro finiti in manette volevano vendicarsi di un pestaggio subito da parte di alcuni connazionali, avvenuto nel pomeriggio di domenica, nella stessa via Manzoni (clicca qui per leggere l’articolo). Gli arrestati sono Nalin Prasanna Fernando Warnakulasuriya, 39 anni, Nalaka Sanjeewa Fernando Warnakulasuriya, 35 anni, Sudeema Randeepa Hetti Arachchige, 29 anni, Damitith Asanka Thamel Warnakulasuriya, 30 anni.

Uno dei quattro, come hanno accertato gli agenti del Commissariato, era stato vittima del pestaggio di domenica pomeriggio, che aveva visto l’arresto di altri 2 cingalesi. Per la precisione si trattava di Nalin Prasanna Fernando Warnakulasuriya. Il gruppo però, anziché affidarsi alla giustizia, ha preferito vendicarsi autonomamente. I quattro hanno quindi incontrato e “prelevato” brutalmente un connazionale. Dopo averlo colpito con calci, pugni ed anche una mazza di legno, lo hanno caricato di peso sull’auto di Nalin Prasanna. L’uomo rapito, secondo quanto trapelato, avrebbe partecipato al pestaggio di domenica, ma non sarebbe stato individuato degli agenti.

Il rapimento però è stato notato da alcuni cittadini, che hanno allertato la Polizia. Le forze dell’ordine, giunte in via Manzoni, hanno individuato la vettura e, soprattutto, il gruppo di cingalesi che tentava di trascinare il connazionale rapito all’interno dell’appartamento di Nalin Prasanna. L’uomo aveva anche le mani legate con del nastro adesivo. Diramata a fatica la baruffa, i Poliziotti hanno trasferito tutti alla Caserma Calipari. Accertati i fatti, grazie soprattutto alla testimonianza del rapito, hanno arrestato gli altri quattro cingalesi, che sono stati trasferiti al carcere di Gazzi.