fbpx

L’Idv rilancia la sua iniziativa politica in Calabria saldamente all’interno del centro sinistra

idvL’Idv rilancerà la propria iniziativa politica saldamente all’interno del centrosinistra e uno slancio nazionale di rinnovamento. La prima tappa importante sarà rappresentata dal Congresso Nazionale straordinario che si terrà nel mese di giugno. Italia dei Valori, facendo leva sui propri principi fondatori ed ispiratori, intende ancora rappresentare una forza di governo nell’interesse del bene comune e della collettività. E’ tempo di rilanciare. Dobbiamo farlo cominciando da noi stessi, ovvero da ciò che siamo e siamo sempre stati: l’Italia dei Valori. Tanti cittadini ci chiedono di non arrenderci e allora diamo avvio immediato ad una campagna di sensibilizzazione  e di rimotivazione di coloro che vogliono concretamente partecipare all’attività politica o semplicemente vogliono iscriversi al partito come atto di testimonianza ed al fine di contribuire alla individuazione della futura classe dirigente. Il mandato del presidente Di Pietro in Calabria, rinvigorisce questa voglia collettiva di ricominciare perché testimonia che vuole continuare a servire il nostro paese specie in questi momenti di così grave difficoltà. Vogliamo rinnovare l’IdV partendo dalla base e consentendo ad essa di scegliere il futuro segretario del partito che agevolerà una fase di rafforzamento e ristrutturazione su tutto il territorio e partiremo con una nuova tabella di marcia, facendo tesoro di quanto accaduto negli ultimi mesi ma anche dell’esperienza parlamentare gli ultimi cinque anni che hanno visto Italia dei Valori in prima linea a difesa dei diritti dei cittadini all’interno delle istituzioni. Ripartiamo puntando sui valori che da sempre contraddistinguono la nostra azione, la legalità la trasparenza e la giustizia, soprattutto quella sociale e lavoro, in una fase economica critica come quella che stiamo vivendo”. E’ quanto si legge in una nota congiunta dei sub commissari calabresi dell’idv, Mario Caligiuri, Salvatore Migale e Mimmo Iaconantonio.