fbpx

Gerace, l’ambasciatore della Corea del Sud visita la cittadina

images

Riceviamo e pubblichiamo:

Gerace e la Corea del Sud da oggi hanno stretto un legame. Young-Seok Kim, dal 2010 Ambasciatore della Repubblica di Corea in Italia, prima di ripartire per Roma ha concluso il proprio viaggio in Calabria visitando la Città dello sparviero. Arrivato di buon mattino in Piazza del Tocco, l’Ambasciatore Kim è stato accolto da una delegazione guidata dal Sindaco Giuseppe Varacalli, e di cui facevano parte il Segretario Comunale Grazia Daniela Ferlito, il Vicesindaco Andrea Rinaldis, il Consigliere comunale con delega alla Cultura Luca Marturano, il Comandante della Stazione dei Carabinieri di Gerace, Maresciallo Giacomo Chimienti, e il Comandante dei Vigili Urbani Antonio Lacopo.
Un buon caffè sorseggiato nell’ufficio del primo cittadino geracese ha subito reso l’atmosfera meno informale e ancor più cordiale. Varacalli ha donato all’illustre ospite alcune pubblicazioni di carattere storico su Gerace e un’opera dello scultore e pittore Tony Custureri, subito ricambiato da Kim col dono di un mirabile portamatite in alabastro decorato a mano con motivi della tradizione artistica sud-coreana.
Assistito dalla presidente del locale Club Unesco, Emanuela Ientile, e dalla guida turistica comunale Nadia Pelle, l’Ambasciatore Kim e il proprio interprete hanno quindi proceduto ad una visita delle principali bellezze geracesi, a partire dall’ara votiva del II secolo d.C. che si trova nell’atrio di Palazzo Grimaldi-Serra, sede del Municipio di Gerace.
Tappe d’obbligo del tour geracese per l’Ambasciatore Kim sono state una passeggiata lungo il suggestivo belvedere Bombarde, seguita da quella per le tipiche viuzze geracesi alla scoperta delle altrettanto caratteristiche botteghe artigiane di tessitori e ceramisti; la visita del Chiostro del Complesso Monumentale di San Francesco d’Assisi e del Centro del Parco Nazionale d’Aspromonte, in Piazza delle Tre Chiese; e ancora, la visita ai meravigliosi reperti custoditi nel Museo Civico Archeologico di Palazzo Tribuna; il Baglio e il Castello Normanno in cima alla rupe geracese, per finire con la visita della maestosa Cattedrale e del Museo Diocesano situato nella propria Cripta.
Un tour intenso ed emozionante che ha lasciato senza fiato Young-Seok Kim, prontamente ristorato però dalla degustazione di alcuni prodotti tipici geracesi – tra cui i celebri e apprezzati rafioli –, e da un sorso di Vino Greco di Gerace, brindando all’amicizia tra la Corea del Sud e la Città dello sparviero.