Unime, elezioni rettore: le profezie si avverano

unimeAnnunciata una candidatura, ritirata un’altra. Come già da parecchi giorni era stato previsto, il professore Giacomo Dugo ha palesato  la sua volontà di concorrere per la poltrona di  rettore dell’Università di Messina; ma anche un’altra ipotesi si è realizzata: il ritiro dalla corsa all’ermellino  da parte del professore Giuseppe Vita.

L’ufficializzazione di entrambe le decisioni è stata resa ieri pomeriggio, durante una riunione, alla presenza del rettore in carica Francesco Tomasello.

Il professore ordinario di Neurologia Giuseppe  Vita ha parlato dell’impossibilità di scendere a compromessi con i propri principi e ha confermato la volontà di impegnarsi “per una Università più vicina ai bisogni degli studenti, dei docenti e del personale tecnico-amministrativo, una Università  che non sia statica ma che risponda prontamente alle grandi sfide dell’innovazione tecnologica e culturale, una Università che si adatti con risposte efficaci ai cambiamenti culturali, sociali, gestionali».
Niente colpi di scena dunque, se già  da tempo i più informati formulavano  il verificarsi di questi avvenimenti, alla luce soprattutto del vantaggio elettorale che il neo candidato Dugo può fornire contro un altro esponente di rilievo in questa competizione, il professore di Economia Pubblica Pietro  Navarra, che fino a qualche tempo fa poteva contare sul sostegno di chi, oggi,  si rivela un tenace avversario.