Studenti, calabresi e vincenti: il successo dei giovani reggini alle Olimpiadi Italiane di Astronomia

stellamarina1Nell’ambito del programma di valorizzazione delle eccellenze scolastiche, si è svolta dal 20 al 22 aprile 2013 a Pieve di Cadore (BL) la finale nazionale delle Olimpiadi Italiane di Astronomia 2013, promosse dal MIUR e organizzate dalla SAIt in collaborazione con l’INAF cui hanno partecipato 39 finalisti provenienti da tutta Italia: 25 Senior e 14 Junior.

Nella competizione si sono distinte con una lodevole prestazione la forte compagine regionale, non nuova, per la verità, a questi risultati: dei sei vincitori delle Olimpiadi Nazionali di Astronomia, ben due sono studenti calabresi, Giovanni Barilla per la Categoria Senior  del Liceo Scientifico Statale “L. da Vinci” di Reggio Calabria  e Silvia Neri per la Categoria Junior sempre del Liceo Scientifico Statale “L. da Vinci” di  Reggio Calabria.

I brillanti finalisti regionali, si sono contesi il podio cimentandosi  in  prove teoriche costituite  da problemi riguardanti l’astronomia e l’astrofisica ed in  prove pratiche  osservative e di riduzione di dati; percorrendo   viaggi interplanetari, hanno analizzato macchie solari, hanno studiato sistemi di stelle doppie che si eclissavano davanti ai loro occhi, hanno districato complicate  congiunzioni planetarie.

I due studenti reggini, insieme ai 4 vincitori dell’edizione 2013 delle Olimpiadi Italiane di Astronomia parteciperanno, allo Stage Estivo di Formazione (SEF) nelle discipline astronomiche dal 10 al 14 giugno 2013 presso l’Osservatorio di Collurania (Teramo), nell’ambito del quale sarà selezionata la squadra italiana alle International Astronomy Olympiad che si terranno a Vilnius (Lituania) dal 6 al 14 settembre 2013.