Strada Mare-Monti, Filt-Cgil: “disponibili ad un confronto per la realizzazione di un progetto utile a Reggio Calabria”

images

FILT-CGIL Calabria Pino De Felice, Comunicato:

La FILT-CGIL Calabria, rispetto alla presentazione da parte della Provincia di Reggio Calabria, del progetto di fattibilità della “Strada Mare-Monti” di collegamento tra le città di Scilla e Bagnara e che si allaccia su Gambarie, intende esprimere alcune considerazioni.

La FILT-CGIL ritiene assai interessante l’idea progettuale che prevede l’utilizzo di una parte del vecchio tracciato dell’A3 e di alcune piste di cantiere già presenti.
La FILT-CGIL ha, da sempre, ritenuto un aspetto negativo, la demolizione del tracciato della vecchia SA-RC, tanto che a suo tempo era stato lanciato un progetto per la creazione di un parco energetico che avrebbe rappresentato un’idea praticabile ed economicamente molto forte per la creazione di energia alternativa e pulita.
Inoltre la demolizione dei viadotti, oltre agli alti costi, comportava e comporta dei problemi di natura ambientale soprattutto rispetto allo smaltimento dei rifiuti stessi.
Quel progetto abbandonato, oggi, può essere sostituito dalla possibilità di individuare una vera strada che – oltre al collegamento mari-monti – offra tutte le pre-condizioni di sviluppo di una vasta area per la presenza di infrastrutture efficienti.
Uno sviluppo che coniuga anche l’attivazione di diverse tipologie che vanno dalla valorizzazione e ripopolamento di tante zone montane alla creazione di vari itinerari di antiche tradizioni culturali. Con tutta una serie d’interventi che, nei fatti, diventano fattori fondamentali per la difesa di un territorio, il cui attuale abbandono acuisce una fragilità che troppo spesso provoca tanti danni.
Infine, riteniamo che il tracciato individuato possa essere anche un valido percorso alternativo alla stessa nuova autostrada (tratto tutto in galleria) e dove la SS.18 presenta, continuamente, delle problematiche non solo per la circolazione.
La FILT-CGIL si augura che si possano superare tutte le difficoltà e in particolar modo l’aver già sancito la demolizione dei vari manufatti autostradali, in un’ottica dove – per davvero – l’interesse primario va indirizzato tutto verso il territorio e il suo sviluppo.
La FILT-CGIL, nel rispetto del proprio ruolo politico e sociale, dichiara la propria disponibilità a un qualsiasi confronto che possa portare un contributo utile per far avanzare un progetto infrastrutturale, compatibile anche sul versante economico, e che – ripetiamo – è utile per tutto il territorio coinvolto, compresa l’impostazione della stessa Città Metropolitana.