Sparatoria Roma, Scopelliti: “sobillatori di popolo non sono degni di guidare partiti politici”

scopellitiMassima solidarieta’ alle forze dell’ordine che ogni giorno e in ogni parte d’Italia garantiscono la sicurezza dei cittadini, in particolar modo ai Carabinieri che tra ieri e oggi hanno pagato con un duro tributo di sangue il loro servizio della comunita‘”. E’ quanto afferma il presidente della regione Calabria Giuseppe Scopelliti che sulla sparatoria avvenuta a Roma, aggiunge: “Se fosse vero quanto sta emergendo in questi istanti dalle parole del fratello dell’attentatore di palazzo Chigi ci troviamo di fronte all’ennesima prova che la dura crisi economica che sta distruggendo il tessuto sociale del nostro paese e’ la principale causa di gesti estremi della disperazione piu’ totale“. “Se a questo aggiungiamo la continua benzina sul fuoco che gettano alcuni sobillatori di popolo, anche in Calabria, capaci solo di chiacchierare su internet e di impartire ordini ai loro pupazzi all’interno delle istituzioni ecco completata la miscela esplosiva che puo’ creare casi gravi ed eclatanti come quello accaduto oggi a Roma. Noi politici – continua il presidente – siamo chiamati ogni giorno ad affrontare con estrema responsabilita’ sfide e crisi sul territorio, chi invece con la politica intende solo giocare sulla pelle degli altri non e’ degno ne’ di sedere in Parlamento tantomeno di guidare un movimento politico“. “Nel giorno in cui si insedia il nuovo governo – conclude Scopelliti – a cui tutti guardiamo con speranza per uscire dalle secche di questa crisi invito tutti alla cautela e a riflettere per creare un clima piu’ disteso per il bene dell’Italia“.