Siderno (RC): edificio confiscato a ‘ndrangheta diventa casa d’accoglienza per donne e minori

Siderno

Siderno

L’agenzia nazionale per l’amministrazione e la destinazione dei beni confiscati alla criminalita’ organizzata ha trasmesso al Comune di Siderno il decreto con il quale e’ stato disposto il trasferimento di un immobile al patrimonio indisponibile del Comune per realizzarvi una casa di accoglienza per donne e minori in difficolta’ che il Comune potra’ gestire direttamente o mediante concessione a terzi. All’agenzia e’ stata trasmessa dal commissario straordinario, Luca Rotondi, una richiesta affinche’ si valuti la possibilita’ di adibire uno stabile confiscato alla mafia a rifugio per cani e gatti abbandonati, struttura oggi assente sul territorio sidernese, fornendo anche una nuova sede alle associazioni di protezione degli animali.