Si inaugura il Vinitaly e la provincia enoica fa il pienone

La Degustazione degli oli all'Agora - CopiaLa “Provincia enoica” fa il pienone al Vinitaly con grandi riconoscimenti da parte del pubblico qualificato presente. Il banco di assaggio dei vini delle aziende presenti collocato all’interno della “Piccola enoteca provinciale” e tenuto da Alessandro Passalia, assaggiatore ONAV ha riscosso notevole apprezzamento così come per il primo degli eventi in programma presso lo Spazio Eventi in comune con la Camera di commercio di Cosenza: “La dolce storia calabrese: il Moscato di Saracena e il Greco di Bianco”. Una interessante iniziativa di riscoperta di due vini di eccellenza descritti dall’agronomo e assaggiatore Rosario Previtera e dal giornalista del Gambero Rosso Giampaolo Gravina. E il Greco di Bianco ha contribuito a rendere protagonisti due prodotti caratteristici del reggino grazie all’abbinamento con la degustazione: la “Biondina di Cittanova De.c.o.” e il “Torrone ferro di Cittanova De.c.o.”. Altrettanto interesse hanno destato gli stand di “Reggio Calabria, l’olio dei giganti” al SOL dove protagonisti sono stati gli oli della Piana soprattutto grazie all’evento tenutosi all’Agorà Food Tasting e condotto dallo chef executive Enzo Cannatà, la conduttrice Anna Aloi e l’assaggiatore oli Vincenzo Melissari: un blend tipico della Piana e tre oli monovarietali (Ottobratica, Nocellara, Coroneiki) sono stati sapientemente abbinati al tradizionale Pane di
Platì ed alle Patate di S. Eufemia De.c.o. E lunedì si prosegue al Vinitaly con “I grandi rossi da invecchiamento: Palizzi e Savuto Classico” e al Sol con il Cooking Show con il menu dell’Olio dei giganti.