Serie D, Messina: verso la trasferta di Licata dell’ex Romano. Catalano: “questa è la partita più importante”

IMG_6397 copiaIl Messina primo in classifica si appresta ad affrontare la prima di due trasferte consecutive (Licata e Savoia) che potrebbero rivelarsi decisive ai fini della vittoria del torneo. Domani, ore 16.30 (come deciso ieri dalla Lega) allo stadio Dino Liotta di Licata, i giallorossi affronteranno l’ostica formazione di Pippo Romano, ex centrocampista del Messina di Aliotta, in un confronto che si profila assolutamente complicato dato che la formazione agrigentina non vince da due mesi ed è alla ricerca di punti fondamentali in chiave salvezza.

Gli uomini di mister Catalano si presenteranno al Dino Liotta orfani del capitano Giorgio Corona (squalificato) ma con la rosa pressoché al completo. Rientra tra i convocati anche l’esterno di difesa Di Stefano che potrebbe essere inserito tra i titolari qualora si scegliesse di utilizzare Cucinotta al centro della difesa al fianco di Ignoffo. In mezzo al campo, oltre alla certezza di Maiorano e Bucolo, potremmo rivedere la coppia di esterni Costa Ferreira-Guerriera impiegati nella recente gara casalinga contro la Cavese. In attacco è sicuro il tandem Cocuzza-Chiaria.

Gli avversari – La dirigenza del Licata tiene sottolineare che la scelta di chiedere il posticipo della gara alle 16.30 è stata fatta solo ed esclusivamente per provare ad attrarre quanti più spettatori possibili dato che alle 14.00, in concomitanza, ci sarebbero state altre due importanti manifestazioni sportive. Sul fronte formazione, l’allenatore Pippo Romano non vuole assolutamente sbilanciarsi. L’unica certezza riguarda l’assenza degli squalificati, Sani e Armenio. Anche il modulo non è ancora stato definito: si potrebbe optare per un 3-5-2 o un 4-4-2 con degli esterni molto alti. Romano confida nel rientro di tutto il gruppo, per la prima volta al completo, e vuole far bene in questa gara assolutamente importante ai fini della classifica in quanto al Licata mancano pochi punti per poter raggiungere una salvezza tranquilla.

Nella consueta conferenza stampa pre-partita abbiamo raccolto le considerazioni del tecnico del Messina, Gaetano Catalano: “le partitecatalano diminuiscono, adesso ne mancano solo cinque e quella di domani contro il Licata credo sia la gara più importante di tutto il torneo. Abbiamo vissuto una settimana con grande serenità lavorando molto bene, ma si avverte tra i ragazzi un pizzico di tensione in quanto man mano che passano i giorni l’obiettivo è sempre più vicino. Posticipo? E’ stata una richiesta del Licata e il Messina ha accettato perchè non cambia nulla, se questo per il Cosenza è motivo di polemica a noi importa ben poco. Credo che la sfida con il Licata, sia per le insidie che può rappresentare, sia per la necessità che ha la squadra di far punti, è certamente un crocevia fondamentale per la vittoria del campionato. Da diverse settimana stiamo molto bene, sia a Lamezia che in casa con la Cavese si è visto un Messina spumeggiante sia sotto il profilo fisico che per il gioco espresso. Sono sicuro che questa forma fisica durerà fino a fine campionato, da parte dei giocatori mentalmente scatta quel qualcosa in più dal momento in cui l’obiettivo finale è sempre più vicino. L’assenza di capitan Corona? Quando manca Giorgio senza dubbio mancherà una certa esperienza, come ripeto da tempo ho la fortuna di avere a disposizione un gruppo straordinario che anche in mancanza di un calciatore come Corona può sopperire con  tante altre qualità”.