Serie B, Crotone-Reggina 2-2: pari in extremis nel derby, adesso ultime 4 giornate di fuoco per la salvezza

logoregginaPareggio in extremis per la Reggina a Crotone nel derby di Calabria: gli amaranto trovano il 2-2 al 94° in mischia grazie all’autorete di Del Prete dopo una gara rocambolesca, decisa fino a quel momento da tre calci di rigore, il primo nettissimo su Gerardi e siglato dallo stesso attaccante della Reggina, gli altri due per il Crotone realizzati da Gabionetta ma non certo così limpidi, anzi, assolutamente inesistente il primo e dubbio anche il secondo. La Reggina aveva iniziato la gara in modo molto autorevole, con un assoluto dominio territoriale e un bel possesso palla. Dopo 20 minuti con gli amaranto padroni del campo, è arrivato il gol di Gerardi sul rigore e a quel punto è venuto fuori il Crotone che non è riuscito a trovare il pareggio solo grazie al palo e a una grande prodezza di Baiocco finché al 33° il regalo dell’arbitro che si inventa un rigore e riporta in parità il match. Poi ancora Baiocco salva la porta con un altro miracolo finché nella ripresa sempre Gabionetta trasforma l’altro rigore concesso dal direttore di gara ai pitagorici. La Reggina prova a reagire ma lo fa in modo disordinato, a tratti inguardabile, senza gioco e affidandosi esclusivamente a inconsistenti lanci lunghi. Ai punti, probabilmente, il Crotone avrebbe meritato la vittoria: gli amaranto non sono mai stati pericolosi e senza le parate di Baiocco avrebbero capitolato già nel primo tempo. Una sconfitta sarebbe stata una batosta tremenda per la Reggina, sia dal punto di vista concreto che sotto il profilo psicologico: sarebbe stata la terza sconfitta consecutiva, e la classifica avrebbe recitato un bruttissimo -3 dalla salvezza. Adesso, invece, Bari e Lanciano rimangono a quota 44 con la Reggina a 42, e il Vicenza a 38 resta a -4 dagli amaranto quando alla fine della stagione mancano proprio 4 partite: Reggina-Brescia, Cittadella-Reggina, Reggina-Grosseto e Vicenza-Reggina.