Scopelliti agli operatori turistici russi: “Creeremo una forte sinergia con la Russia”

scopellitiSi è svolta questa mattina, nell’Auditorium “Calipari” del Consiglio regionale, la conferenza stampa dell’iniziativa “Il Turismo Russo in Calabria”. All’incontro con i giornalisti sono, fra gli altri, intervenuti – informa una nota dell’ufficio stampa della Giunta – il Governatore della Calabria Giuseppe Scopelliti ed il Dirigente Generale Vicario del Dipartimento Turismo Pasquale Anastasi. Si tratta di un’iniziativa di ampio respiro che consente alla Calabria di aprire le porte a nuovi scenari turisti ed economici. Ieri, all’aeroporto di Lamezia è atterrato il primo volo della compagnia “Nord Wind Airline” proveniente da Mosca che ha portato in Calabria 220 tour operator russi di “Pegas Touristik”, il maggiore operatore russo che muove ogni anno circa tre milioni e mezzo di turisti in ogni parte del mondo, che visiteranno i luoghi più suggestivi della Regione Bruzia. Tutto questo è frutto di un’intensa collaborazione fra la “Pegas Touristick” e “Destinazione Calabria”, tour operator incoming calabrese.
L’importante operazione, che vede protagoniste sia la Russia che la Calabria, è stata fortissimamente voluta dal presidente Scopelliti che, nei mesi scorsi, si è recato a Mosca dove ha incontrato i tour operator russi ed una serie di rappresentanti di mass media locali per gettare le basi in vista di questa collaborazione commerciale che è stata presentata oggi. Il Presidente Scopelliti, in quella circostanza, vagliò ogni ipotesi di cooperazione tra la Calabria e la Russia, soffermandosi in particolar modo, sugli scambi culturali ed economici.
Partiranno da maggio sino ad ottobre sei voli settimanali da Lamezia, andata e ritorno, diretti verso le sei più importanti città russe, a conferma che si tratta di un’operazione destinata a durare nel tempo. Il Presidente della Regione Giuseppe Scopelliti ha espresso tutta la propria soddisfazione per l’iniziativa: “Domani, alle ore 7.50, arriverà a Reggio il primo volo dei russi. Siamo orgogliosi – ha dichiarato il Governatore – di poter collaborare con un tour operator così prestigioso come la Pegas. Il mercato russo è un grande attrattore e cercheremo di creare una forte sinergia con questa nazione per incrementare i flussi turistici in Calabria. Inoltre, dal prossimo gennaio, i Bronzi di Riace torneranno finalmente nella loro sede naturale e istituzionale del Museo reggino”.
La Calabria – ha proseguito Scopelliti – è una terra ricca di fascino, di storia e di cultura. Basti pensare alla civiltà che l’hanno attraversata, a cominciare dalla Magna Gregia, i cui reperti costituiscono indubbiamente un valore attrattivo senza precedenti. Nella nostra regione si passa in tempi brevi dal mare alla montagna, dalla Sila Grande a Diamante, da Tropea alle Serre, da Copanello alla Sila Piccola; poi, a Gambarie si scia mentre si vedono il mare e l’Etna”. Infine, il presidente Scopelliti ha salutato i giornalisti spiegando la motivazione perché i voli Ryan Air non possono atterrare all’aeroporto dello Stretto: “Ryan Air – ha detto Scopelliti – viaggia sempre con voli strapieni e il carico di sicurezza è decisamente superiore alle altre compagnie ed è questo uno dei motivi per cui la compagnia non può venire nel nostro scalo aeroportuale”. Il dirigente regionale vicario del Dipartimento Turismo Pasquale Anastati ha fatto un cenno alla cooperazione fra Calabria e Russia: “Stiamo lavorando a questa iniziativa da circa un anno e la Calabria, ne siamo orgogliosi, è diventata la regione capofila del progetto. Il presidente Scopelliti ha creduto molto in questo rapporto di collaborazione con la Russia, tant’è che ha lanciato un bando per incentivare le compagnie aeree”.