Rossano (CS): il cadavere di una donna ritrovato in un sacco abbandonato potrebbe essere di una prostituta

carabinieri: una pattuglia dell'armaResta ancora avvolta nel mistero la macabra scoperta del cadavere di una donna avvenuta ieri in un sacco abbandonato alla periferia di Rossano, nel Cosentino. E’ stata una telefonata anonima al 112 nella tarda serata a portare i carabinieri nella contrada di campagna dove e’ stato trovato il sacco. Secondo una prima verifica effettuata dal medico legale e dai carabinieri della compagnia cittadina, la vittima aveva all’incirca trent’anni e potrebbe trattarsi di una prostituta di nazionalita’ straniera.Il cadavere si trova nell’obitorio dell’ospedale di Rossano, dove sara’ eseguita l’autopsia. Secondo i primi accertamenti, il cadavere era in stato avanzato di decomposizione e sarebbe stato abbandonato sul luogo del ritrovamento almeno un mese addietro. La vittima, che non presentava segni d’arma da fuoco o da taglio, aveva il viso sfigurato ed e’ stata colpita probabilmente da un corpo contundente alla testa. La donna e’ stata verosimilmente uccisa in un luogo diverso da quello del rinvenimento. Le indagini sono svolte dai Carabinieri della locale compagnia.