Regione Calabria, Sulla (Rd) interviene su questione rifiuti

images“Alle pertinenti considerazioni dell’on Oliverio sulla crisi del sistema regionale dei rifiuti è sbagliato replicare in maniera scomposta come ha fatto il movimento dei Demokratici di Crotone. L’accusa di essere stato silente, rivolta ad un parlamentare attivo e propositivo come l’on. Nicodemo Oliverio, appare poi del tutto ingiusta e faziosa”. Lo sostiene il consigliere regionale del Pd Francesco Sulla, secondo cui “Sono i continui proclami propagandistici del presidente Scopelliti e della sua Giunta regionale, che stridono con la drammatica situazione in cui versa la Calabria nel settore dei rifiuti con montagne di immondizie ammassate ai bordi di ogni strada in tutti i comuni calabresi, che obbligano i rappresentanti istituzionali del Pd ad evidenziare le enormi contraddizioni tra quanto il centrodestra dice e quanto invece concretamente fa. Devo onestamente dire che l’affermazione dei Demokratici è condivisibile, quando sostengono che la situazione attuale è figlia di mancate scelte risalenti nel tempo e, tuttavia, bisogna prendere atto, con altrettanta onestà intellettuale, che un assessore, come giustamente sostenuto da Oliverio, non può limitarsi alla denuncia della gravità della situazione dopo che sono trascorsi ben tre anni dal suo insediamento”. Spiega Sulla: “Giunti a questo punto, ritengo che la situazione, già critica ma aggravatasi ulteriormente nell’ultimo anno, abbia bisogno di interventi straordinari che vanno individuati richiamando tutte le compagini politiche, istituzionali, sociali ed economiche, al di là delle appartenenze, alle proprie ineludibili responsabilità”. Conclude il consigliere regionale: “Come Pd, su questi aspetti come su tante altre criticità che riguardano la vita della nostra collettività, manifestiamo, ancora una volta, la nostra piena disponibilità ad un lavoro comune e nell’interesse generale, qualora si ritenesse utile coinvolgerci e una volta abbandonata l’arroganza che ha fin qui caratterizzato questa Giunta regionale e che ancora continua, nonostante gli evidenti fallimenti nei tanti settori strategici della realtà calabrese, dalle infrastrutture, ai trasporti, alla sanità, tanto per citarne alcuni”.