Regione Calabria, Lsu-Lpu: mozione presentata da De Gaetano, Censore, Guccione

imagesL’ordine del giorno in merito alla situazione del personale Lsu ed Lpu della Regione Calabria:

PREMESSO

• che in Calabria vi sono circa 5000 lavoratori LSU LPU;
• che questi lavoratori sono indispensabili per i comuni calabresi, senza i quali chiude-rebbero molti servizi fondamentali;
• che gli stessi non percepiscono i sussidi e le integrazioni in maniera puntuale;
• che la Giunta regionale non ha previsto nel bilancio 2013 la relativa copertura finan-ziaria fino a dicembre 2013.
IMPEGNA LA GIUNTA REGIONALE

1. A trovare le somme per la copertura finanziaria dei sussidi ed integrazioni degli LSU ed LPU, fino a fine anno.
2. A trovare un meccanismo certo per pagare puntualmente a fine mese i sussidi e le integra-zioni al fine di evitare gli inaccettabili ritardi che si sono verificati negli anni passati.
3. A garantire il proseguimento delle Convenzioni per gli anni successivi al 2013.
4. A pubblicare il bando regionale per la stabilizzazione per l anno 2013 come previsto dalla legge 20;
5. A chiedere un tavolo urgente al Ministro del Lavoro per programmare un piano per la stabi-lizzazione del precariato calabrese, chiedendo il cambiamento di alcune norme:
a. Abolizione soltanto per gli LSU ed LPU del blocco delle assunzioni nel pubblico impiego;
b. Abolizione del tetto soltanto per gli LSU ed LPU del tetto degli stipendi dell’anno precedente per nuove assunzioni;
c. Ripristino degli incentivi economici, che erano previsti nella legge n 2966 comma 1156 lettera f per i Comuni sotto i 20.000 abitanti da parte dello Stato per la stabiliz-zazione degli LSU ed LPU;
d. Garantire in maniera retroattiva i contributi ai fini pensionistici a tutto il bacino LSU ed LPU da quando hanno iniziato ad essere impiegati nei progetti.

I Consiglieri Regionali PD
On. Antonino De Gaetano
On. Bruno Censore
On Carlo Guccione