Regione, approvata la legge sul voto uomo-donna

crocetta ai microfoniAlle 23:41 è stata approvata all’Ars la legge che immette la doppia preferenza uomo-donna. I deputati hanno votato favorevolmente solo l’articolo uno che prevedeva, appunto, la “pari opportunità”, rimandando alle prossime settimane la riforma della legge elettorale.  I voti favorevoli sono stati quelli del Pdl, Pid e della lista Musumeci. Astenuto il Partito dei Siciliani. Contrario il Movimento 5 Stelle.  E’ andata in porto, dunque, l’idea portata avanti dal presidente della Regione, Rosario Crocetta, appoggiato dal centrodestra, mentre si è avuta la frattura tra il Movimento Cinque Stelle, che ha contestato fortemente il provvedimento,  e lo stesso Governatore. Con l’introduzione di questa nuova legge si potranno esprimere due preferenze per i candidati a consigliere comunale. In questo caso una deve riguardare un candidato maschio e l’altra una donna della stessa lista. Nel caso di mancato rispetto della disposizione, la seconda preferenza verrebbe annullata. Il testo stabilisce che, nel rispetto del principio di parità di genere, l’atto di nomina delle giunte comunali e provinciali garantisca la presenza di entrambi i sessi. Questi principi valgono anche nei consigli dei Comuni con oltre 15.000 abitanti.