Reggio, incredibile a Sbarre: cumuli di rifiuti tra antichi edifici della città (le foto)

SAM_2522Da tempo StrettoWeb continua a raccontare l’emergenza rifiuti che soffoca la città di Reggio e gran parte della Calabria. Anche questa volta vi proponiamo un’altra incredibile storia di inciviltà e degrado, segnalataci dal presidente dell’Associazione Culturale Sbarre, Giuseppe Cantarella.

Ci permettiamo di segnalarvi una vergognosa vicenda, che ha a che fare con l’emergenza rifiuti che la città di Reggio Calabria sta vivendo a causa del fallimento dell’intero sistema, basato ancora sulle discariche. Dunque, a Sbarre, all’incrocio fra Via Sbarre Superiori e via Calveri insiste un gruppo di antichi edifici risalenti alla metà dell’Ottocento, dunque meritevoli di tutela storica, dal momento che sono precedenti al terremoto del 1908. L’Associazione Culturale SBARRE – Centro Documentazione, che io ho l’onore ed il privilegio di presiedere, ha da sempre sostenuto l’importanza storica di questi edifici di Sbarre, di cui ha divulgato la conoscenza attraverso la pubblicazione del volume “Sbarre, quelle antiche pietre” edito da Città del Sole nel 2011; attraverso la mostra fotografica organizzata presso la chiesa di S. Maria d’Itria in Marzo 2012. Abbiamo preso contatti con le autorità competenti per il riconoscimento di interesse storico di questi edifici.SAM_2523

Purtroppo là vicino si forma costantemente una discarica di rifiuti “indifferenziati”. Prima c’erano i cassonetti: abbiamo segnalato alla Leonia l’esigenza di rimuoverli, ed in effetti siamo stati ascoltati. I cassonetti sono stati rimossi, ma gli incivili continuano a gettare immondizia.

Ci viene lo sconforto: allora, il problema di Reggio Calabria sono i rriggitani? Protestiamo quanto vogliamo contro le istituzioni e gli enti, ma poi alla fine siamo noi che non ci comportiamo secondo le regole.