Reggio, emergenza rifiuti, la nota di nostro lettore: “cumuli di spazzatura non vengono raccolti da 15 giorni”

RIFIUTI: PALERMO; COMUNE BLINDATO, 200 CASSONETTI BRUCIATI.Emergenza rifiuti Reggio Calabria. Riceviamo e pubblichiamo, la lettera di un nostro lettore.

In merito alle notizie di “reazione incivile alle montagne di spazzatura” mi chiedo qual’altra reazione civile si possa attuare per far fronte ad una discarica a cielo aperto situata sulla via “4 novembre” all’isolato 25 tra le vie Italia ed Esperia a s. Caterina, prima che qualche esasperato imiti questa incivile reazione? Il rione e’ stato tutto svuotato dalla spazzatura ed esiste ancora qualche piccolo accumulo su via Enotria all’altezza dell’entrata autostrada, ma in questo posto da me segnalato, dove vivono decine e decine di famiglie la spazzatura continua ad essere ammassata e non viene raccolta ormai da 15 giorni circa, mentre i camion della “leonia” passano e spassano ogni giorno incuranti dalla situazione esistente. Mi chiedo che colpa abbiamo noi e se per caso si vuole far torto a qualcuno abitante in zona non raccogliendo questa bomba a cielo aperto? La situazione e’ stata segnalata ma ancora non si prendono provvedimenti. Qualche competente e/o qualche autorita’ ci puo’ fornire una soluzione tempestiva oppure puo’ venire a rendersi conto? Forse l’altra soluzione sarebbe di caricare parte di essa e con le auto depositarla al centro della citta’ dove queste cose non succedono? Ancora aggiungo che con ieri sera abbiamo vissuto anche la mancata erogazione dell’acqua (potabile?) E’ l’inizio di una lunga stagione? Nettezza urbana e acqua due servizi pagati salati dall’utente con i rincari (gia’ dal 2012?) E che non trovano una soluzione! Che colpa ha il civile cittadino del dissesto economico avvenuto in citta’ e se sia giusto che paghi problemi da altri causati? Ne vogliamo parlare!!!