Reggio: concessi i domiciliari al giudice Vincenzo Giglio

Vincenzo-GiglioPer una recentissima sentenza della Consulta che ha dichiarato incostituzionale la presunzione “assoluta” di adeguatezza alla custodia cautelare in carcere per chi ha commesso reati aggravati dal favoreggiamento dell’ associazione di stampo mafioso , il giudice Vincenzo Giglio, già presidente della sezione Misure di Prevenzione del Tribunale di Reggio Calabria e l’ex finanziere Luigi Mongelli sono stati associati agli arresti domiciliari. In primo grado sono stati condannati rispettivamente a a 4 anni e 7 mesi e a 5 anni e 3 mesi. La decisione è stata presa dai giudici del Tribunale di Milano.