Reggio Calabria, ritrovati armi e munizioni

imagesNel corso del fine settimana i Carabinieri di Reggio Calabria sono stati impegnati in un servizio di controllo straordinario del territorio cittadino nell’ambito di un piano di intensificazione dei controlli disposto dal Comando Provinciale di Reggio Calabria per incrementare la sicurezza dei cittadini, contrastando il fenomeno della detenzione illegale di armi e munizioni. Nel corso dell’operazione che ha visto sul campo l’impiego dei Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia reggina e della Stazione Carabinieri di Rosario Valanidi, Cardeto e Cannavo’ con il supporto dei militari della Compagnia di Intervento Operativo del 12° Battaglione Sicilia e delle unità cinofile per la ricerca di armi del Nucleo Carabinieri Cinofili di Vibo Valentia, e di quelli dello squadrone Eliportato Cacciatori di Vibo Valentia, sono stati effettuati controlli di persone e veicoli con numerose perquisizioni personali, veicolari e domiciliari. In particolare i militari della Stazione Carabinieri di Cannavo’ nel corso di un posto di blocco hanno sorpreso un sorvegliato speciale mentre era alla guida dell’autovettura della compagna. Per questo motivo veniva tratto in arresto in flagranza di reato Romeo Giovanni, quarantaquattrenne di Reggio Calabria, pregiudicato, sottoposto alla misura di prevenzione della sorveglianza speciale di pubblica sicurezza.