Reggio: a Gallico cittadini esasperati rovesciano i cassonetti

spazzaturaLe temperature quasi estive di questi giorni e la conseguente putrefazione delle montagne di spazzatura, fa saltare il tappo ad una situazione che da mesi è ormai divenuta emergenziale. In città scoppia la protesta e a Gallico i cittadini scendono in piazza per rivoltare in strada i cassonetti. Un gesto estremo, come estrema è la condizione. Montagne di spazzatura riversate per strada, lì dove ancora non era arrivata, mandano in tilt il traffico. Ma tra gli automobilisti bloccati, è quasi solidarietà con chi manifesta. La puzza a decine di metri di distanza è terrificante. D’urgenza sul poto arrivano le forze dell’ordine che per altre due ore restano a presidiare le operazioni di raccolta della spazzatura da parte degli uomini della Leonia. Intanto molti negozi restano chiusi. Davanti alle serrande, ancora qualche verme, nato dalla decomposizione dell’immondizia. Il simbolo dell’estremo disagio di questa periferia. Ormai tutti, cercano di portare la propria busta lontano da Gallico, nel primo cassonetto vuoto. Ma non basta. I cumuli sono troppi. In alcuni punti c’è chi è pronto a giurare che non viene raccolta da mesi. Poco lontano, allo svincolo di Sambattello, l’ennesimo cassonetto brucia….