Quirinale, Bersani e Berlusconi trovano l’accordo per Marini. “No” di Renzi e Vendola

994aa38c-ab90-4fd0-9d70-aafb55520f22_franco_mariniMarini risponde a uno dei caratteri fondamentali di un candidato per il Quirinale: all’esigenza di un profilo capace di rivolgersi ad una grande dimensione sociale. È una persona limpida, generosa, capace di dialogo. Marini e’ un garante del centrosinistra”. Cosi’ il segretario del Pd, Pier Luigi Bersani, ha aperto il suo intervento all’essemblea dei parlamentari del centrosinistra in corso di svolgimento al Teatro Capranica, dopo aver proposto la ”candidatura forte” dell’ex presidente del Senato. ”Siamo in mare mosso – ha aggiunto Bersani - insieme alla larga coesione servirà esperienza politica, capacità ed esperienza. Avanzo la candidatura di Franco Marini che sarà in grado di assicurare la convergenza delle forze politiche di centrodestra e centrosinistra, ha un profilo per essere percepito con un tratto sociale e popolare. È una personalità di esperienza con carattere per reggere le onde e con radici nel mondo del lavoro“.

Marini è una persona che conosciamo da tempo, non ha militato nelle nostre file ma viene dal popolo perchè è stato segretario della Cisl, sindacato legato ai cattolici e alla Democrazia cristiana e capace di buone autonomie. Non e’ una persona di centrodestra ma ha sempre dimostrato di essere sopra le parti“. Lo dice Silvio Berlusconi incontrando i gruppi parlamentari del Pdl. “E’ stato presidente del Senato e con lui – sottolinea il Cavaliere – Renato Schifani ha avuto rapporti molto buoni“.

VENDOLA DICE DI “NO” - Il leader di Sel, Nichi Vendola, ha preso la parola durante l’assemblea del gruppo congiunto Pd-Sel che sta discutendo sulla candidatura per il Quirinale. Secondo quanto viene riferito Vendola non ha messo in discussione il profilo di Franco Marini, ma ha sottolineato che il nome dell’ex presidente del Senato non tiene conto della richiesta di cambiamento che e’ venuta dal risultato elettorale. Il leader di Sel, che ha riferito delle parole con cui Berlusconi ha salutato la candidatura di Marini, ha aggiunto che la riunione del gruppo di Sel che doveva decidere se far convergere il proprio voto su Stefano Rodotà e’ stata rinviata a domani mattina. Vendola dice: “chissa’ perche’ le larghe intese guardano sempre a destra“.

RENZI: “MEGLIO PRODI O RODOTA’” - Sicuramente Rodota’ e’ meglio di Marini, ma ce ne sono tanti meglio di Marini“, anche Romano Prodi, Emma Bonino e Giuliano Amato “sono meglio“. Lo ha detto Matteo Renzi intervenendo alle ‘Invasioni barbariche’.