Polistena (Rc), assegno di sopravvivenza a favore dei giovani disoccupati

soldiIl comune di Polistena, a Reggio Calabria, ha deciso di adottare una misura per aiutare le famiglie che si trovano in situazioni di semipoverta’ ad uscire dalla crisi che attanaglia il Paese ed il sud in particolare. Si tratta di un ”assegno di sopravvivenza” pari a 50 euro mensili a favore di giovani senza lavoro dai 18 ai 29 anni per tre anni consecutivi a partire da luglio.  Il provvedimento – una versione in miniatura di quello che potrebbe essere il reddito minimo di cittadinanza – e’ stato adottato con una delibera di Giunta la n.70/2013 che si collega all’analoga decisione presa dall’Amministrazione comunale calabrese per abbattere l’Imu sulla prima casa. I beneficiari saranno giovani disoccupati senza procedimenti pendenti per reati di mafia e liti con il Comune che vivono all’interno di famiglie in cui tutti i componenti sono disoccupati. Lo stanziamento previsto, sul bilancio comunale, sara’ di 60 mila euro per il 2013, di 120 mila (2014) e 120 mila (2015). ”Cio’ sara’ possibile – e’ scritto in una nota – grazie ad un’attenta ed oculata gestione delle risorse di bilancio, che in tre anni l’Amministrazione comunale ha saputo centellinare, facendo risparmiare gradualmente sui costi vivi di servizi fondamentali, come l’acquedotto, la nettezza urbana, rendendo progressiva la tassazione, estinguendo, con piani di ammortamento e senza maturarne di nuovi, i debiti prodotti in passato da altri. La mancanza di lavoro, di opportunita’, di spazi solidali dove formare la propria dignita’ umana e professionale, costituisce il principale problema dei giovani di che oggi si affacciano in un mondo pieno di incertezze che nega i diritti e costringe molti ragazzi ad espatriare, se va bene, o peggio ad imboccare percorsi devianti”.