Parte da Reggio una campagna per una nuova cultura nella cura del diabete

DIABETEInizia oggi a Reggio Calabria il “Progetto Pilota” della Campagna informativa Nazionale intitolata “Attività Motoria Adattata per la cura del Diabete“.

Si tratta di un’imponente divulgazione, attraverso i media, della possibilità di curare la maggior parte delle forme di diabete mellito attraverso una selezione di esercizi specifici adattati alla diminuzione sistemica del glucosio nel sangue. Tale metodica è considerata dalla comunità scientifica internazionale come la cura primaria del diabete, per questo motivo l’Airpec, Associazione Interdisciplinare di Posturologia e Chinesiologia, che ha la sede Nazionale nella nostra città ed è promotrice della Campagna, si è anche impegnata nell’attivazione di corsi di trattamento medio intensivi per i pazienti che soffrono di questa difficile malattia.

Il responsabile del Progetto è il Prof. Michele Calabrò, presidente della suddetta Associazione e presidente regionale del Centro Sportivo Educativo Nazionale (CSEN), l’organismo nazionale più grande in seno al CONI, che ha contribuito alla produzione del materiale informativo e divulgativo.

Nel panorama dei trattamenti per il diabete si impone dunque con forza una soluzione non medica, studiata e perfezionata attraverso la ricerca scientifica, che riduce la posologia farmacologica e gli scompensi sistemici legati a questa malattia.

Il “focus” della Campagna è dunque informare sulla possibilità che l’attività motoria regolare, controllata e specifica può aiutare a bilanciare il sistema di produzione del glucosio nel sangue e riduce le sintomatologie correlate alla malattia.

L’Airpec, dal 2010, ha studiato una metodica di ginnastica adattata (DSE, Diabetes specific exercises) che propone un programma di attività fisica specifica, ovvero una selezione di esercizi ad intensità variabile e monitoraggio continuo dell’efficienza fisica personale, che rivoluziona il modo di intendere la ginnastica per i pazienti diabetici. Tale programma, naturalmente, è altamente individualizzato e gestito tramite un innovativo sistema di calcolo, denominato dall’Airpec “SmartPlay”, frutto di ricerche su gruppi di persone affette da diabete di tipo 1 e 2.

Gli effetti di questo tipo di attività specifica sono eccellenti: in pochi mesi di attività regolare i pazienti diabetici riducono la necessità di cure farmacologiche, riducono gli eventi di ricovero ospedaliero, riducono o eliminano le neuropatie di natura diabetica così come le complicazioni vascolari ad esse associate (fonte Pubmed, keywords “exercises and diabetes”). Per intraprendere un percorso di ginnastica adattata alla riduzione sistemica della glicemia, nell’ambito della Campagna informativa, l’Airpec mette a disposizione un equipe di professionisti che, gratuitamente, effettuano test di efficienza fisica, per selezionare la forma e il metodo più adatto di attività motoria specifica. L’analisi funzionale preliminare diventa dunque lo strumento indispensabile all’adattamento di questa metodica di attività motoria. Anche coloro che usano il microinfusore insulinico possono eseguire esercizi adattati e il monitoraggio glicemico viene eseguito con cadenza precisa. Il diabetologo, il medico di base ed il biologo analista vengono aggiornati costantemente sullo stato di salute del paziente con un’interazione continua tra i professionisti.

I DSE (esercizi specifici per il diabete) gestiti con il sistema “SmartPlay Airpec” si possono considerare dunque la “rivoluzione” dell’attività fisica specifica per i diabetici e perciò la risposta più efficace alla cura primaria del diabete.

L’Airpec ha attivato a Reggio Calabria una “joint venture” con le strutture sanitarie locali per divulgare le informazioni sulla cura del diabete attraverso l’attività motoria adattata controllata e specifica. La Campagna Informativa, sostenuta dal Centro Sportivo Educativo Nazionale, durerà per tutto l’anno solare e servirà per acquisire nuovi dati sugli effetti delle metodiche di DSE da confrontare con la comunità scientifica internazionale.

Per tutte le informazioni sulla Campagna e la metodica di cura, i pazienti diabetici potranno rivolgersi alle strutture ASL che praticano attività ambulatoriale di diabetologia oppure sarà possibile contattare la sede nazionale dell’associazione di ricerca (Airpec), al numero 0965894527 (lunedi-venerdi, 15.00-20.00) o all’indirizzo Web www.airpec.it.