‘Ndrangheta, processo ‘Toro’ contro la cosca Crea di Rizziconi: tutti assolti “per non avere commesso il fatto”

tribunale_giudice_generica3Tutti assolti. E’ l’esito del processo denominato “Toro”, procedimento dell’antimafia contro la cosca Crea di Rizziconi, nel Reggino. Il processo e’ stato celebrato in Corte d’appello con la formula del rito abbreviato. Accogliendo gli appelli discussi in udienza dagli avvocati Domenico Alvaro (in difesa di Antonino Ascone, 53 anni), Marco Panella in sostituzione dell’avvocato Nico D’Ascola e Giuseppe Milicia (per Antonino Crea, 50 anni), Marcella Belcastro (per Ettore Crea, 41 anni e Teodoro Crea, 46 anni), ha mandato assolti tutti gli imputati per non avere commesso il fatto. Si tratta del processo di appello “bis” dopo che la prima sentenza di appello era stata annullata con rinvio dalla prima sezione penale della Corte di Cassazione. Tutti erano accusati a vario titolo di associazione mafiosa e favoreggiamento personale in favore di Teodoro Crea, ritenuto dagli inquirenti al vertice della cosca omonima insediata nel territorio di Rizziconi.