‘Ndrangheta: arrestato a Palmi il boss Carmine Alvaro

Carmine AlvaroI carabinieri della Compagnia di Palmi hanno tratto in arresto Carmine Alvaro, 60 anni, originario di Sinopoli, in esecuzione di una ordinanza di sostituzione di misura cautelare, emessa dal gip del Tribunale di Palmi, Gaspare Spedale, su richiesta della Procura della Repubblica di Palmi. Il provvedimento e’ stato emesso dopo che il presunto boss aveva inveito contro magistratura e carabinieri in occasione della notifica di un’ordinanza cautelare agli arresti domiciliari, lo scorso 16 aprile. In quel caso era stata contestata la violazione degli obblighi imposti dalla sorveglianza speciale, a cui Alvaro era sottoposto. Preso atto delle minacce proferite e dell’atteggiamento del presunto boss, riferite in particolare ad un magistrato di Palmi, la Procura della Repubblica in provincia di Reggio Calabria, diretta dal procuratore capo Giuseppe Creazzo, ha immediatamente richiesto l’aggravamento della misura cautelare, ottenendo in tempi brevissimi, un provvedimento di restrizione in carcere, ritenuto piu’ congruo alla personalita’ dell’arrestato anche da parte del giudice per le indagini preliminari. Alvaro, nuovamente tratto in arresto, e’ stato condotto presso la casa circondariale di Palmi, a disposizione dell’autorita’ giudiziaria.