Naufragio a Palermo: robot subacqueo sarà impiegato per cercare i due dispersi

guardia costieraDopo il “Side Scan Sonar” in azione da ieri per scandagliare i fondali, anche un ROV (Remote Operate Vehicle), veicolo filo-guidato e comandato a distanza, entra nelle ricerche di Massimiliano Perricone e Salvatore Zarcone, dispersi in mare dal 24 marzo scorso quando erano usciti a pesca assieme al loro amico Davide Arena, il cui cadavere era stato recuperato quello stesso giorno. Il robot, in dotazione al mezzo navale RSI 02 dei vigili del fuoco di Reggio Calabria, e’ impiegata con profondita’ operativa massima di 600 metri, per ispezioni visive e attivita’ di prelevamento anche in ambiente avverso.