Messina: “muro di gomma di governi e istituzioni” i lavoratori ex Aicon annunciano sciopero ad oltranza

aiconDopo i sit-in in Prefettura e il corteo di San Valentino per le vie del centro città, gli oltre 300 lavoratori ex Aicon, licenziati ed in mobilità dal 30 gennaio, annunciano lo sciopero ad oltranza di fronte la sede della Provincia. “In questi mesi la Regione ha sistematicamente fatto saltare impegni e appuntamenti – dichiara Vincenzo Capomolla di Usb Unione Sindacale di Basepersino quello preso in persona dal presidente Crocetta in occasione del tour elettorale a Messina”I lavoratori hanno già annunciato che non toglieranno le tende fin quando non ci saranno l’intervento e risposte concrete dal Presidente Crocetta, dalla Regione, dal Prefetto, dai governi e da tutte le forze politiche del territorio”.

E’ un attacco durissimo rivolto proprio al presidente della Regione che aveva promesso un incontro ai lavoratori, incontro che poi non si è mai svolto. Più volte avevano chiesto alla Regione aiuto concreto soprattutto per cercare imprenditori pronti a investire e salvare 324 persone dall’unica certezza che hanno in questo momento: il licenziamento e la messa in mobilità. Dunque, da mercoledì in poi gli ex Aicon saranno in presidio permanente davanti alla sede della Provincia.“Un atteggiamento vergognoso – conclude Capomolla un autentico muro di gomma di governi ed istituzioni in questa vicenda come nelle altre nel territorio”.