Messina, il Circolo Peppino Impastato esprime solidarietà ad Antonino Pandolfo, per il pestaggio subìto il 30 marzo

PartitodellaRifondazioneComunistaPubblichiamo la lettera del Circolo Peppino Impastato Prc Messina sulla vicenda di Antonino Pandolfo, di San Filippo del Mela, figlio di un ex operaio Sacelit vittima dell’amianto, attivo nella lotta contro le morti per amianto, aggredito e pestato il 30 marzo scorso.

“Il Circolo Peppino Impastato Prc Messina, esprime la massima solidarietà ad Antonino Pandolfo, figlio di un ex operaio Sacelit vittima dell’amianto. Riteniamo gravissimi i pesanti atti intimidatori verso Antonino, che conduce da anni una battaglia per fare luce sulle morti per amianto, l’ultimo il 30 marzo quando Antonino è stato vittima di un pestaggio. Chiediamo alle istituzioni di intervenire e di farsi garante verso tutti i cittadini che conducono battaglie nobili come queste mirate alla ricerca della verità  che troppo spesso le imprese e i poteri forti tendono a celare per mantenere inalterati i propri profitti e le loro reputazioni di facciata, in barba alla sicurezza e alla dignità dei lavoratori. Ci stringiamo intorno al Partito dei Comunisti Italiani, di cui Antonino è militante, al quale diciamo che siamo ovviamente disposti a condurre una battaglia comune sull’accaduto.
Ad Antonino diciamo di non mollare e che non è solo, che c’è un popolo oltre le istituzioni che fa della solidarietà la sua pratica quotidiana“.

Direttivo Circolo Peppino Impastato “Rifondazione Comunista” Messina