Messina, elezioni comunali: nota del Movimento Città Viva “finita l’era delle vacche grasse, la città necessita di amministratori capaci”

MOVIMENTO CITTa? VIVA LogoRiceviamo e Pubblichiamo la nota del Movimento Città di Viva, rivolta ai candidati per la poltrona di primo di cittadino di Palazzo Zanca.

Prendiamo atto dagli organi di informazione della melina e dei giri di valzer cui, ancora una volta, i partiti e diversi movimenti politici espongono la città capoluogo di provincia: Messina. Sarà perché ormai da decenni queste logiche non ci appartengono più, non riusciamo a comprenderne le dinamiche e le logiche, politiche, economiche e sociali. La città è in ginocchio l’economia è a terra, il tessuto connettivo e imprenditoriale annaspa, il commercio è in crisi, il terziario e i servizi stanno scomparendo. In tutto questo assistiamo quotidianamente a giochi di potere, scontri e confronti finalizzati ad alzare la posta con conseguente rialzo delle pretese e aspettative. E mentre c’è chi gioca alla politica, altre imprese chiudono i battenti cancellando anni e anni di storia. La nostra associazione da sempre vicina a chi fa imprenditoria e a chi è attivo nel sociale, non può che stigmatizzare questi atteggiamenti irresponsabili e disfattisti. Messina merita di essere capitanata dai migliori amministratori e professionisti; gente con un progetto di sviluppo credibile e realizzabile. Se tutti coloro che si stanno agitando, in questi giorni, per ambire alla candidatura di primo cittadino di un comune al limite del default, si prodigassero alla stessa maniera, per costruire un percorso amministrativo credibile, la collettività ne trarrebbe vantaggio, tutta. Non è più tempo di spartizioni e di investiture, le vacche grasse e i finanziamenti a pioggia sono finiti. Chi andrà ad amministrare il comune dovrà far conto con i debiti e con un patto di stabilità che restringe notevolmente i margini di manovra. Ecco quindi che occorrerà individuare i migliori amministratori, perché di questo ci sarà bisogno, di gente che sappia far quadrare i conti conciliando le esigenze della collettività e di un tessuto imprenditoriale in crisi irreversibile. La quadra dovrà essere figlia di un gruppo di azione che non può e non deve configurarsi solo nel primo cittadino. Qui non si tratta di trovare il nome spendibile che coaguli il consenso, si tratta di individuare un gruppo di lavoro che dialoghi con le parti sociali, conosca i problemi e abbia un progetto diffuso che favorisca una crescita ed uno sviluppo a medio lungo termine. Messina non ha bisogno di incantatori ed illusionisti, Messina necessita di gente di buon cuore che sappia ridargli onore,orgoglio, fiducia e credibilità. Invitiamo pertanto i partiti politici, i movimenti, le parti sociali, le associazioni a trovare il giusto assetto ed equilibrio per ridonare la luce ad una città che l’ingordigia, le rivalità e le ripicche personali hanno oscurato con anni e anni di pessime amministrazioni.

Movimento Città Viva
Il Presidente
Massimiliano Mannelli