Messina: Croce e Ricevuto accolgono il comandante della nave Azov A30B

foto63E’ giunta stamani in porto la Azov (A30B), nave della Marina russa, il cui equipaggio parteciperà domani pomeriggio alla cerimonia per l’intitolazione ai “Marinai russi” del largo tra viale Boccetta e via Vittorio Emanuele e per la scopertura del busto dell’ammiraglio russo Fedor Fedorovich Ushakov (1745-1817). Il comandante dell’unità, il capitano di fregata Oleg Maltzev, con il responsabile della missione, capitano di vascello Alexey Komarov, sono stati ricevuti stamani a palazzo dei Leoni, in visita di cortesia congiunta per il tradizionale scambio di crest, dal Presidente della Provincia regionale, Nanni Ricevuto, e dal commissario straordinario del Comune di Messina, Luigi Croce. Presente all’incontro l’addetto navale aggiunto dell’ambasciata di Russia, col. Sergey Shteriv, il comandante del distaccamento Marina militare, c.v. Santo Le Grottaglie, ed il comandante della Capitaneria di Porto e dell’Autorità marittima dello Stretto, c.v. Nino Samiani. Per la particolarità della loro visita a Messina, la Azov, imbarca la Banda Navale della Marina russa, che si esibirà lungo la via Garibaldi, dopo dell’evento commemorativo. La Azov, nave di 9800 tonnellate, torna nel porto di Messina ove nel 2006 il suo equipaggio prese parte alla cerimonia di posa della lapide commemorativa dell’intervento umanitario dei marinai della Flotta imperiale russa, nel viale di collegamento allo svincolo autostradale di Messina Centro. L’unità, che appartiene alla classe inizialmente conosciuta come Black-Com-1, poi Krasina ed in ultimo come Slava, entrò in servizio nel 1983 ed è lunga 186 metri. L’ultimo arrivo di unità della Flotta russa risale al giugno dello scorso anno, quando la Tsezar Kunikov (BDK-64), la maggiore nave anfibia della Flotta del mar Nero, di base a Sebastopoli, presenziò alle cerimonie per l’inaugurazione del monumento ai marinai russi.