Mafia: maxi-blitz nel palermitano, 37 arresti tra cui il sindaco di Montelepre Giacomo Tinervia e il boss Giuseppe Lombardo

MontelepreMaxi-blitz dalle prime ore dell’alba di oggi nel palermitano dove i Carabinieri stanno eseguendo 37 arresti, tra cui un insospettabile come il sindaco di Montelepre, Giacomo Tinervia (eletto nelle liste di Fli, il partito di Gianfranco Fini che alle politiche non ha raggiunto l’1%), accusato di estorsione e concussione. Le indagini, coordinate dalla Dda di Palermo, hanno smantellamento un nuovo ‘Super Mandamento’, come lo chiamo gli stessi investigatori, con una riorganizzazione interna vera e propria. Nell’operazione, ancora in corso, sono impegnati oltre 300 militari con il supporto anche di due elicotteri. Il nuovo Gotha di Cosa nostra aveva effettuato una sorta di ‘fusione’ dei due mandamenti storici della mafia, quelli di San Giuseppe Jato e di Partinico, confluiti in un’unica formazione. Secondo i magistrati, che alle 10.30 terranno una conferenza stampa in Procura, a gestire il nuovo ‘Super Mandamento’ sarebbe stato Antonino Sciortino, 51anni, tornato in liberta’ da due anni dopo avere trascorso 12 anni in carcere per mafia. Il sindaco di Montelepre, il paese di Salvatore Guliano, Giacomo Tinervia, secondo gli inquirenti avrebbe avuto rapporti con il capomafia del paese Giuseppe Lombardo, anche lui finito in manette oggi. Ad incastrare il sindaco sono state le intercettazioni disposte dagli investigatori.