Letta premier, Napolitano: “giovane ma esperto, non c’erano alternative”

giorgio-napolitanoIl presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, e’ ”pienamente fiducioso” sul tentativo di Enrico Letta di far nascere il suo primo governo. Il capo dello Stato e’ convinto che ”Letta avra’ successo”.  ”La mia scelta e’ caduta su Enrico Letta perche’ pur essendo giovane, molto giovane per gli standard italiani, ha gia’ accumulato grandi esperienze“. Cosi’ Napolitano ha voluto spiegare la scelta dell’esponente Pd per la guida del governo, ricordando le molte esperienze maturate “nella vita parlamentare, anche a contatto con le nuove leve, nell’attivita’ di governo, nella vita culturale con la presidenza dell’Arel fondato da Beniamino Andreatta, e per la sua presenza in questi anni in numerosi fori europei e internazionali“. Sono queste per il Capo dello Stato “caratteristiche eccellenti per formare e guidare il governo per il nostro Paese in una situazione difficile e complessa“.

“La prospettiva che si e’ aperta non ha alternative”. Ha aggiunto Napolitano, che ha assicurato di avere “piena fiducia nel presidente del Consiglio incaricato“. Il Presidente della Repubblica ha espresso “soddisfazione e serenita’” perche’ “si e’ aperta la strada per la formazione di un governo di cui il Paese ha urgente bisogno“.

Questa e’ la sola prospettiva possibile: larghe convergenze tra la forze politiche che possano assicurare una maggioranza in entrambe le Camere“, ha aggiunto. Napolitano ha spiegato che la scelta compiuta ha tenuto conto delle consultazioni e del fatto che dalle forze predisposte a entrare nella maggioranza di governo “non sono state poste pregiudiziali su questo nome, e sono stati anche espressi apprezzamenti per Enrico Letta“.