Il Parco Nazionale dell’Aspromonte partecipa alla XXIII edizione dell’Ecotour

Ente Parco Nazionale dell'AspromonteAbbinare la tutela dell’ambiente con uno sviluppo sostenibile che esalti e valorizzi  le aree protette. E’ lo spirito con cui l’Ente Parco Nazionale dell’Aspromonte prende parte alla XXIII edizione dell’ Ecotour nature tourist workshop che si svolgerà a Chieti dal 12 al 14 Aprile. Dopo la Bit di Milano e il Children’s tour di Modena, l’Ente Parco prosegue nel suo impegno volto alla promozione di un territorio unico e privilegiato come quello aspromontano, partecipando alla Borsa Internazione del Turismo Natura, manifestazione che nel tempo si è affermata come principale punto di riferimento del turismo naturalistico. Da due anni, inoltre, Ecotour “si è aperta ai prodotti e servizi della destinazione, per offrire agli addetti ai lavori una panoramica completa del turismo nei parchi e nelle riserve alla luce delle nuove tendenze e delle rinnovate attese dei consumatori”.

“Anche in Abruzzo – dichiara il Commissario Straordinario Antonio Alvaro – l’Ente Parco sarà presente presso lo stand della regione Calabria insieme agli altri parchi calabresi, con l’obiettivo di rinsaldare la fattiva collaborazione avviata già nella scorsa edizione e ripetuta recentemente quest’anno al Childrens’ tour di Modena. Per i parchi calabresi è un momento fondamentale di promozione in un evento specificatamente destinato ai target di riferimento delle aree protette. Le potenzialità paesaggistico, culturali e turistiche del territorio del Parco avranno modo di essere apprezzate  dai consumatori italiani ed esteri, tra i quali cresce, come dimostrano diversi studi, la richiesta del turismo basato sulle risorse naturali e la consapevolezza che le ricchezze del territorio vanno ammirate e valorizzate, ma soprattutto salvaguardate.”

 La tre giorni di Chieti offrirà anche la possibilità, all’Ente Parco d’Aspromonte, di partecipare a seminari e workshop tematici, e al contempo di valorizzare il territorio promuovendolo con diversi tour operator internazionali.  Rilevante è la partecipazione alla presentazione del X Rapporto Ecotur sul Turismo Natura, che snocciolerà le cifre sui flussi di mercato e le tendenze del settore, a cura di Istat, Enit e Università dell’Aquila, e che consente di conoscere lo stato di fatto e le potenzialità del turismo-natura. Un documento basilare su cui fondare la programmazione turistica e amministrativa ed anche un “termometro” indispensabile per comprendere le attitudini del mercato, percepirne i flussi e le necessità ed aumentare e migliorare, successivamente, la capacità di offerta del territorio aspromontano.