“Giornata dell’ambiente” torna all’istituto comprensivo Falcomatà-Archi di Reggio Calabria

istituto comprensivo Falcomatà-ArchiTorna la “giornata dell’ambiente” nell’istituto comprensivo Falcomatà-Archi della nostra città con gli alunni dei plessi San Brunello ed Archi festeggiare la giornata con la semina e l’interramento nelle aiuole dei rispettivi cortili, di una grande varietà di piante ornamentali, diversi generi di fiori e alberi anche da frutto.

All’iniziativa partecipano anche i genitori degli alunni della scuola diretta dalla dottoressa Serafina Corrado, coinvolti nei giorni scorsi, nella scelta delle piante da impiegare e dei relativi attrezzi, e nella pulizia dei cortili. Ogni classe festeggerà l’iniziativa con attività a carattere didattico-educativo esplicative della valenza ecologico-ambientale della giornata.

Primo momento sarà infatti, l’ascolto del racconto fatto da insegnanti e genitori, sui personaggi che animano il prato: il grillo, il bruco, le coccinelle, le formiche, i quali, ahimè “si lamentano con i bambini delle condizioni di degrado in cui versa oggi il nostro ambiente”.

Ad Archi l’iniziativa rappresenta la prima fase del progetto “Il giardino della nostra scuola: realtà e desideri” che punta a coinvolgere tutti gli alunni lungo un percorso mirato a sviluppare in ogni ragazzo, abilità pratiche, manuali, motorie e relazionali. Quindi, riguarderà tutti gli ambiti disciplinari in modo da formare una vera rete di conoscenze, abilità e competenze, in particolare nel campo dell’educazione ambientale.

Il progetto prende avvio con la ripulitura del terreno e la preparazione delle aiuole dove saranno seminate e interrate le varie piantine di fiori o alberi da frutto, assieme al posizionamento dei relativi cartelli illustrativi. Una vera e propria lezione di giardinaggio accompagnerà le fasi di semina con l’illustrazione delle specifiche procedure da adottare in relazione alle piante prescelte, e dei diversi tipi di attrezzatura da utilizzare.

Ogni momento della semina e dell’interramento sarà oggetto di una ripresa video e fotografica per divenire successivamente in aula e nei laboratori scolastici, occasione di narrazione e studio dell’esperienza fatta. Seguiranno inoltre, altre lezioni sui problemi ecologici  di più stringente attualità, e sulle iniziative da intraprendere per difendere meglio l’ambiente. Il progetto infatti, mira ad un tipo di educazione ambientale fatta di atteggiamenti e comportamenti che ogni alunno dovrà sviluppare per acquisire una dimensione più consapevole e completa dell’ambiente in cui egli vive.