Firenze: 43enne reggino incendia negozio per vendicarsi della ex, arrestato

incendioHa incendiato un negozio in via Por Santa Maria, in pieno centro a Firenze, per vendicarsi della ex compagna, che ci lavora come commessa. L’uomo, un 43enne originario di Reggio Calabria, e’ stato arrestato dagli agenti della Squadra Mobile fiorentina, in esecuzione all’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal Gip Mario Profeta. L’uomo, lo scorso 13 aprile, dopo aver rotto il vetro della porta finestra della pelletteria e avervi gettato dentro del materiale infiammabile, ha appiccato il fuoco, facendone scaturire un incendio, poi spento dalla polizia con degli estintori. Le indagini, svolte dagli uomini della Sezione Contrasto al Crimine Diffuso guidati da Maria Assunta Ghizzoni, e coordinate dal pm Christine Von Borries, si sono concentrate fin da subito sull’arrestato, con il quale poche settimane prima dell’episodio il titolare del negozio ha avuto una discussione. Secondo quanto ricostruito dagli inquirenti, alla base del gesto ci sarebbe stato l’invito formale rivolto al calabrese dal commerciante a non entrare piu’ nel suo negozio perche’ in piu’ occasioni aveva molestato la commessa, sua ex compagna. Da tempo l’uomo, finita la relazione sentimentale con la donna, si recava nella pelletteria, disturbando lei e i clienti. Talvolta, il 43enne ha anche aspettato la ragazza dopo l’orario di chiusura costringendola cosi’ ad uscire da un porta sul retro o a farsi venire a prendere da amici. L’uomo molestava da tempo la ex, la seguiva e la minacciava. A casa sua sono stati rinvenuti abiti, tra cui un giubbotto con cappuccio, identici a quelli ripresi dalle telecamere di sorveglianza del negozio. Il 43enne e’ stato arrestato per incendio doloso aggravato e per stalking.