Emergenza rifiuti a Reggio: “il comune emetta al più presto l’ordinanza per l’utilizzo della discarica di Sambatello”

RifiutiA pochi giorni dalla definitiva chiusura dell’Ufficio del Commissario Delegato per l’emergenza ambientale e del rientro delle competenze alla Regione Calabria – Dipartimento Ambiente, il Centro Studi Tradizione Partecipazione accoglie con entusiasmo il celere intervento degli organi regionali, i quali dimostrano, ove ce ne fosse ancora bisogno, che solo l’intervento diretto della Politica può  servire alla causa del bene comune, tanto a livello nazionale quanto a livello locale. Ritenendo che la tempestiva azione messa in campo dalla Regione Calabria possa evitare il possibile acuirsi di seri rischi per la salvaguardia dell’igiene e della salute pubblica, invita Sua Eccellenza il Commissario Panico a porre in essere tutte le azioni necessarie per supportare la Regione ed avviare con la stessa un percorso sinergico al fine di traghettare fuori dall’emergenza rifiuti il territorio del Comune di Reggio Calabria. Nello specifico, il Centro Studi Tradizione Partecipazione invita il Commissario Panico ad emanare in tempi brevi l’ordinanza contingibile e urgente, relativa alla discarica di Sambatello, ai sensi dell’art.191 D.Lgs 152/2006 e ss.mm.ii., “per consentire il ricorso temporaneo a speciali forme di gestione dei rifiuti, garantendo un elevato livello di tutela della salute e dell’ambiente”. Consapevoli che la realtà e ben lontana dall’isola di Utopia che taluni sembrano inseguire chiedendo la messa al bando di impianti, termovalorizzatori e discariche di servizio, auspichiamo che la Regione Calabria, oggi che è rientrata in possesso delle competenze relative allo smaltimento dei rifiuti, possa predisporre un nuovo piano di gestione dei rifiuti, che abbia come obiettivo prioritario quello dell’autosufficienza nello smaltimento degli stessi, poiché deve essere chiaro a tutti che portare altrove i propri rifiuti è una scelta contraria a qualsiasi principio di buona politica in materia, sia dal punto di vista ambientale che da quello economico.