Elettrodotto Terna: il coordinamento ambientale a tutela del Territorio non parteciperà al Tavolo tecnico indetto dall’Assessorato

elettrodotto318x209Il Coordinamento ambientale Tutela del Territorio del Tirreno ha deciso di non partecipare al Tavolo Tecnico indetto dall’Assessorato del Territorio e dell’Ambiente per domani 11 Aprile alle 16:00.

Le motivazioni riguardano l’avvio dei lavori per dell’Elettrodotto Terna iniziati “senza verifica di ottemperanza”, i membri del Coordinamento chiedono perchè “il governo Regionale non abbia ritenuto opportuno avviare alcuna iniziativa per bloccarli”. A farsi portavoce della decisione del Coordinamento è l’avvocato Nino La Rosa che spiega: “questo Coordinamento, interprete delle preoccupazioni che vivono le popolazioni interessate al Progetto di Elettrodotto Terna a 380 KV, Sorgente Rizziconi tratto aereo Villafranca Tirrena – San Filippo del Mela, non parteciperà al Tavolo Tecnico indetto dall’Assessorato del Territorio e dell’Ambiente per il giorno 11 Aprile 2013 alle ore 16.00. Abbiamo evidenziato, nel corso dell’audizione alla 4^ commissione Ars, l’insieme delle motivazioni che impediscono di accettare l’attuale progetto; la Società Terna, nella stessa sede, ha dichiarato che non intende metterlo in discussione, anzi, facendosi beffa dell’invito del Governo Regionale, incurante delle richieste provenienti dalle popolazioni ed amministrazioni locali, pur avendo riconosciuto le criticità del progetto procede, e con molta lena, nei lavori contestati”.

“Chiediamo – conclude la nota – che venga imposto alla Società Terna S.p.A. il fermo immediato dei lavori illegittimamente avviati affinché il progetto venga modificato a soluzione delle varie criticità più volte evidenziate”.