Crotone: spaccio di droga anche in ospedale, 16 arresti

298360_manetteUna banda dedita allo spaccio di droga nel crotonese, che vendeva lo stupefacente anche all’interno dell’ospedale di Crotone con l’aiuto di minori, e’ stata smantellata dalla squadra mobile che ha arrestato 16 persone. Le indagini, avviate nel febbraio del 2012, secondo l’accusa, hanno evidenziato un fiorente spaccio di hascisc e marijuana tra Isola Capo Rizzuto, Crotone e la frazione Papanice. Dalle indagini e’ emerso che erano decine i chili di droga venduti settimanalmente. I provvedimenti restrittivi sono stati emessi dal gip del Tribunale di Crotone su richiesta della Procura al termine di indagini condotte da febbraio a settembre 2012 finalizzate a contrastare un traffico di droga, in prevalenza hashish e marijuana. Indagini portate avanti con l’ausilio di intercettazioni servizi di osservazione e pedinamento. Dalle indagini e’ emerso che gli arrestati gestivano lo spaccio tra Isola Capo Rizzuto, Crotone e la frazione Papanice. In particolare, grossi quantitativi di hascisc venivano smistati da Isola Capo Rizzuto a personaggi dediti al traffico di stupefacente orbitanti nella frazione Papanice di Crotone e da questi distribuiti sul mercato crotonese tramite i narcotrafficanti di Crotone. Nel corso dell’indagine sono stati effettuati numerosi riscontri sugli acquirenti di hascisc e marijuana e sequestrati complessivamente circa due chili di hascisc e marijuana. All’operazione di stamani, denominata ”Good smoke”, hanno preso parte 80 uomini della polizia di Stato, con l’ausilio dei Reparti prevenzione crimine Calabria Settentrionale nonche’ di unita’ cinofile ed un elicottero del Reparto volo della Polizia di Reggio Calabria.