Cosenza, stamane riunione del Coordinamento provinciale dei sindaci per la gestione dei rifiuti – Le foto

/

provincia incontro sui rifiuti 5 Nuovo incontro questa mattina presso il Salone degli Specchi della Provincia di Cosenza del Coordinamento provinciale dei sindaci per la gestione dei rifiuti presieduto dall’assessore provinciale all’Ambiente Giuseppe Aieta in assenza del presidente della Provincia Mario Oliverio, impegnato fuori regione.

In apertura dei lavori l’assessore Aieta ha preannunciato all’assemblea di aver inviato a tutti i sindaci  la bozza del documento di indirizzo per la pianificazione della gestione dei rifiuti, al quale tutti i primi cittadini dovranno far pervenire le loro osservazioni ovvero le loro proposte di integrazione e/o modificazione, che costituiranno l’elemento essenziale di integrazione e completamento del documento medesimo finalizzato, così come stabilito nelle precedenti riunioni, a rendere quanto più condivisa la proposta finale da formulare alla Regione Calabria per la rimodulazione del Piano regionale.

All’intervento dell’assessore Aieta e del Dirigente provinciale del settore Ambiente Francesco Toscano che ha illustrato il documento ad ampie linee, è seguita la discussione, nel corso della quale sono state poste in evidenza altre esperienze che, seppur localistiche, potranno contribuire ad integrare le proposte già avanzate.

All’attenzione dei sindaci è stato posto, inoltre, il fatto che la dimensione che deve assumere la gestione dei rifiuti non potrà che essere, per come è stabilito dalla legge, di livello regionale in quanto tutte le proposte risolutive, anche in termini di impiantistica, dovranno comunque sottostare e corrispondere ad una logica economicamente vantaggiosa e che gli standard di raccolta differenziata e della necessaria impiantistica dovranno rispettare gli ormai consolidati modelli scientificamente validi.

Per quanto riguarda l’emergenza in atto e in assenza, ancora, di una risposta risolutiva da parte della Regione, alcuni sindaci dei comuni dove l’emergenza è particolarmente allarmante, hanno già predisposto e, in alcuni casi, hanno già emanato apposite ordinanze contingibili ed urgenti in virtù dei poteri ad essi conferiti dalla legge a tutela della salute e della incolumità delle comunità amministrate.

La riunione si è conclusa con l’intesa che il Coordinamento, entro breve tempo, raccoglierà tutte le istanze che perverranno dai comuni in modo tale che nella prossima riunione si possa addivenire ad una proposta concreta e condivisa da sottoporre successivamente alla Regione Calabria.