Cosenza: il presidente Oliverio annuncia al Vinitaly la creazione dell’Enoteca regionale

FMO_7411Il presidente Mario Oliverio ha partecipato al Vinitaly, il Salone internazionale dei vini e dei distillati che dopo quattro giorni di apertura si chiude oggi a Verona. Nell’ambito della prestigiosa manifestazione,  la prima fiera al mondo per il settore del vino,  il presidente della Provincia di Cosenza ha visitato gli stand degli espositori cosentini e  calabresi ed  ha partecipato alla presentazione ufficiale dell’Accademia del Magliocco, presso lo stand nelle Terre di Cosenza.

Incontrando i giornalisti delle testate presenti,  ha annunciato la  prossima apertura, prevista entro l’estate, dell’ Enoteca regionale della Provincia di Cosenza che troverà collocazione nello storico Palazzo di Piazza XV marzo. “Struttura di promozione e di valorizzazione della produzione vinicola della provincia di Cosenza e dell’intera Calabria- ha specificato Oliverio che ha aggiunto: “Ospitata in locali di pregio della sede dell’Amministrazione, che sono stati all’uopo sapientemente ristrutturati rispettando una storia che parla di un complesso monastico su un nucleo originario risalente al ‘500,  sul  quale si è poi si è poi sviluppata nei secoli l’ edificazione dell’attuale sede della Provincia, l’Enoteca raccoglierà i marchi della produzione e  sarà, soprattutto,  luogo di promozione, valorizzazione, informazione sui vini prodotti nella provincia di Cosenza ed in Calabria. Le condizioni strutturali garantite da questa collocazione   la renderanno  teatro  naturale per degustazioni, presentazioni,  incontri culturali, approfondimenti.”

“L’evento Vinitaly- ha continuato-,  il suo sempre crescente e straordinario successo in quanto a partecipazione di espositori  e di visitatori,  sono sicuramente la maggiore conferma di ciò che sostiene la nostra scelta di realizzare ed aprire alla più ampia fruizione l’Enoteca. Il mondo del vino, sempre più prodotto culturale e motore di sviluppo economico,  è strettamente legato all’ affermazione delle radici di un territorio. Parla dunque di identità,  valore aggiunto peculiare  non delocalizzabile. Di questo valore è sicuramente portatrice la produzione vinicola locale, piccola ma emergente  nicchia nella produzione enologica italiana di qualità. Anche questa una condizione, forte ormai degli sforzi e della passione delle realtà aziendali del comparto,  che può e deve rivelarsi preziosa,  in una affermazione che nasca da un  confronto aperto non solo al Mezzogiorno ma all’Italia, all’Europa e segnatamente  al Mediterraneo”  ha ancora affermato  Oliverio nel presentare l’iniziativa nel corso del qualificato contesto organizzato da Veronafiere che l’ha già accolta con estrema attenzione e favore.

“ Bisogna dare atto alla Camera di Commercio- ha affermato quindi il presidente Oliverio-  che sotto la guida del presidente Gaglioti ha dato un notevole impulso alla valorizzazione sui mercati interni ed internazionali delle nostre produzioni agroalimentari ed a sostegno di un processo di aggregazione dei produttori,  in particolare vitivinicoli,  di cui Terre di Cosenza è un significativo approdo.”